Home / Sedute Consiliari / Consigli Comunali / Per completezza d’informazione

Per completezza d’informazione

Ieri 29 maggio 2010, in replica ad un nostro articolo inerente all’ultimo Consiglio Comunale di Guastalla del 27 Maggio 2010, l’Assessore Bartoli ha giustamente commentato il suddetto articolo con proprie considerazioni in merito. Il blog è luogo di dialogo, di incontro. Il blog è aperto a tutti, chiunque può esternare e comunicare le proprie idee, che possono benissimo non coincidere con le nostre: questa è democrazia, questo è confronto. Lo stesso “confronto” che questa amministrazione ha già dimostrato e dimostra di NON volere con le opposizioni. Davide Zanichelli e con lui tutta la Lista Guastalla 5 Stelle è ormai da 12 mesi che propone idee e progetti semplici e costruttivi (a costi irrisori o addirittura a costo ZERO), ma la risposta, tranne che in una situazione, è sempre stata solo una: NO !!!

Chiusa questa breve introduzione, servita per far capire che noi il confronto lo accettiamo molto volentieri, torniamo alla critica che il Signor Bartoli ci ha mosso nel suo commento di ieri.

Come amministratore pubblico, che non “dipende” ma mette in gioco le proprie idee, col rischio di vedersele accettate o respinte, non manco di seguire questo blog. Il che mi permette di osservare che non sempre la completezza regna (per mandato popolare, naturalmente!) sovrana. Specialmente quando si tratta di illustrare le posizioni della maggioranza l’acqua si fa torbida…

A parte il fatto che le posizioni della maggioranza si fa presto a capirle, basta vedere il comportamento che ha tenuto fino a questo momento, le diamo atto che effettivamente nel nostro precedente articolo avevamo omesso di comunicare il suo intervento, apprezzato sicuramente più di quello pessimo e fuori luogo della sua collega De Lorenzi, inerente al nuovo progetto/servizio “Università, Ricerca, Laboratorio per le tecnologie digitali, Digital Divide“.
Progetto di cui, almeno noi e probabilmente anche l’assessore De Lorenzi visto i contenuti della sua replica in Consiglio Comunale,  fino all’altro giorno ignoravamo l’esistenza. E questo denota già la mancanza di quel “confronto” di cui si scriveva sopra.

L’idea è sicuramente interessante, anche se al momento attuale i dati forniti sono pochi e addirittura inesistenti anche sul sito web dell’amministrazione Guastallese, il quale dovrebbe essere quello strumento di comunicazione e trasparenza a 360° gradi con la cittadinanza di Guastalla. Aspettiamo quindi in futuro un resoconto più detagliato del servizio, che stando alle sue parole:

“…Sarà attivato dal 2011 con apposito capitolo di bilancio, avrà sede a Palazzo Frattini in prima battuta. A chi sarà rivolto? Beh, se si considera la sede “il Palazzo dei Giovani”, se si considerano due aree di intervento “Università e Ricerca”, se si considera chi principalmente usufruisce, perché le conosce, delle “Tecnologie digitali”, non credo occorra molta fantasia per arrivarci. O No? La considerazione del “Digital Divide”, infine, non è riferita solo alla fascia d’età non avvezza alle tecnologie, ma è piuttosto da leggere come la strada da seguire per diffondere le buone prassi di utilizzo di Internet etc. anche da parte dei giovani. Direi che si tratta di un percorso di strumenti, formazione, opportunità, conoscenze tale da superare di gran lunga le strette operative di altre modalità oggi rivolte ai giovani. I giovani crescono in un percorso culturale composito, non in aree ghettizzate anagraficamente…”

Ma per completezza d’informazione Lei avrebbe però dovuto segnalarci altre omissioni nel nostro articolo di resoconto sul Consiglio Comunale appena svolto, come ad esempio l’ingiustificato attacco personale e privato del Sindaco Benaglia nei confronti del nostro consigliere Zanichelli, il quale avrebbe avuto il torto di votare CONTRO ad un uso, a nostro avviso, sbagliato di soldi pubblici Guastallesi nella partecipazione al quel comitato misto pubblico/privato che dovrà restaurare il Duomo di Guastalla. Queste all’incirca le parole del Sindaco Benaglia riferite a Zanichelli:

“…da uomo di Chiesa come sei, mi stupisce la tua posizione in merito e vorrei vedere con quale faccia andrai dal tuo parroco a dire che hai votato contro alla costituzione del comitato…”

Forse il Signor Benaglia non ha ben presente che Zanichelli non è in Consiglio a rappresentare se stesso, ma rappresenta il 6,20% dei Cittadini di Guastalla che 12 mesi fa gli hanno dato fiducia votandolo e cerca di fare il meglio per loro. Quindi nel caso specifico ha semplicemente criticato, senza mettere in dubbio il valore artistico e religioso dell’intervento, che 100.000 euro di denaro pubblico debbano essere donati alla Chiesa, che ricordiamo è da considerarsi un ente indipendente ed è tutt’altro che povera, invece che per altri progetti di carattere pubblico di cui la stessa amministrazione ha sempre negato la fattibilità causa la mancanza di fondi.

Inoltre, Assessore Bartoli, sempre per completezza d’informazione, Lei avrebbe dovuto segnalarci anche che non abbiamo scritto del pessimo comportamento che regna all’interno della sala consiliare durante i Consigli Comunali. Vedere scene di gente che si assenta dalla sala (capiamo però che a volte è veramente dura rimanere al proprio posto quando si sentono certe afferemazioni…) durante le varie esposizioni è vergognoso, un grazie al Consiliere VERONA che lo ha fatto notare l’altra sera, come è vergognoso vedere in alcune occasioni Consiglieri, compreso Assessori, Sindaco e Vicesindaco, che ridacchiano, giochicchiano, inviano SMS ecc ecc.
Da qui si capisce perchè le Riprese Video siano tanto odiate…

6 commenti

  1. Gentilissimi lettori,
    ho scritto “Con la massima disponibilità alla preventiva illustrazione”, il che significa aver modo di parlarne.
    D’altra parte, se è vero che non c’è una Commissione consiliare su questi specifici temi, ciò non significa che la porta del mio ufficio, in Assessorato, sia chiusa, al contrario…
    Tutto il mercoledì e il sabato mattina a palazzo Frattini sono a disposizione di qualsivoglia interlocutore, quale che sia la veste, istituzionale o personale.
    Buon lavoro a tutti.

    Eugenio Bartoli
    Assessore

  2. Da componente del Gruppo Guastalla 5 Stelle concordo con quanto detto nei commenti dal Consigliere Zanichelli precisando inoltre che gli articoli scritti da Marco Dallai non si riferiscono ad una “visione propria” come espresso dall’ass. Bartoli ma ad una visione di tutta la Lista Civica che, come forse non saprà, si consulta in modo costante su tutti i temi di interesse comune per Guastalla con conseguente pubblicazione sul blog per una libera informazione.
    Per sapere se la “visione è reale” si potrebbe anche autorizzare le riprese video in Consiglio Comunale… quelle non mentono ed allo stesso tempo permettono una più ampia partecipazione dei cittadini alla vita politica del proprio paese!
    Chi è che non è d’accordo con le riprese video???
    A proposito qui la diretta streaming la seconda seduta
    dell’Assemblea Legislativa della Regione Emilia Romagna!!!
    http://assemblealegislativa.regione.emilia-romagna.it/wcm/al/astud/pub/multimedia/index.htm

  3. Ho letto con interesse il commento dell’Ass. Bartoli, che dice: “In questa fase, di progettualità esecutiva, non avrebbe luogo, giusta il sistema istituzionale detto sopra, entrare nel merito. Vi si entrerà quando tutti i termini dell’idea saranno pronti per la fase di applicazione”. Forse sbaglio, ma sembra di poterlo tradurre più o meno così: “Quando avremo deciso, sarà così e basta”. Del resto, questo è l’atteggiamento che si percepisce ogni volta durante il Consiglio Comunale… E a proposito del Consiglio, devo dire che assistervi “da cittadino” è davvero frustrante… A parte il via-vai costante e i giochini con il telefonino da parte di coloro che dovrebbero essere lì con la voglia di far sapere quello che stanno facendo per il bene comune, e a parte il fatto che danno sempre l’idea di essere lì “perchè gli tocca”, volevo precisare che tutta questa volontà e capacità di dialogo con i cittadini di cui l’Ass. Lusetti diceva durante il Consiglio, da cittadino, non si percepisce: in particolare, gli vorrei suggerire di ELIMINARE dal sito del Comune il servizio dedicato ai contatti da parte dei Guastallesi: è ormai noto che nessuno ha MAI ricevuto risposte, nè via mail nè in altri modi !!!!

  4. 2 Giugno 2010
    Buongiorno e W la Repubblica Italiana come luogo delle identità di Nazioni antiche.

    Fatto il doveroso saluto voglio esprimere un principio: il nostro sistema costituzionale e istituzionale è strutturato in forma rappresentativa, non in forma assembleare. Questo significa che esistono più livelli relazionali interrelati: manifestazione del consenso politico, gestione dello stesso in sede istituzionale, gestione delle attività amministrative conseguenti e mirate a rispondere al consenso politico manifestato con le tornate elettorali. Come si vede, si tratta di un sistema, come possono esistere altre architetture istituzionali. Ma oggi in Italia il sistema è tale.
    Questo per rispondere all’osservazione per la quale, circa il nuovo servizio “Università…” proposto dall’assessorato a cui sono delegato, “…i dati forniti sono pochi e addirittura inesistenti anche sul sito web dell’amministrazione Guastallese, il quale dovrebbe essere quello strumento di comunicazione e trasparenza a 360° gradi con la cittadinanza di Guastalla…”.
    In questa fase, di progettualità esecutiva, non avrebbe luogo, giusta il sistema istituzionale detto sopra, entrare nel merito. Vi si entrerà quando tutti i termini dell’idea saranno pronti per la fase di applicazione. Con la massima disponibilità alla preventiva illustrazione.
    Circa altre osservazioni sul tema, posso solo dire, sempre appellandomi all’uso delle nuove tecnologie, che il file originario del progetto in sede di elaborazione elettorale porta la data, inalterabile, di mercoledì 4 febbraio 2009, 16.40.34
    Non entro nel merito delle altre osservazioni del sig. Dallai, che attengono a una visione propria e come tale insindacabile.
    Avrò però cura di svolgere qualche valutazione circa l’intervento sul Duomo di Guastalla, dal punto di vista della Conservazione dei Beni Culturali, altra componente della delega al mio assessorato.

    Buona Festa della Repubblica
    Eugenio Bartoli
    Assessore

    • Grazie dottor Bartoli per le sue puntuali risposte, e per la costante attenzione al nostro blog.

      Sostanzialmente ha detto che dato che la sua attività è quella di assessorato, è dunque di tipo esecutiva che segue un percorso diverso appunto dalle attività politiche, e che per questo i canali informativi con la struttura legislativa del comune non esistono formalmente, se non nell’atto d’approvazione finale.
      Appunto per questo io, come gli altri consiglieri di minoranza non veniamo informati delle attività esecutive, se non quando queste diventano fattive in seguito alle comunicazioni periodiche delle delibere di giunta (sempre se poi prendono questo percorso)

      Ma allora non avendo modi per essere informati per primi dal sistema esecutivo come lei stesso ha detto, come possiamo riferire cose che non conosciamo attraverso il blog? Non possiamo certo inventarcele.
      Anche riascoltando la registrazione di Giovedì, capisce anche lei che la sua citazione del progetto che sta avanzando è stata descritta con molta meno precisione di quanto ha fatto anche soltanto nel commento del 29 maggio (ma giustamente, per via di tempi e modi disponibili nei due momenti)

      Con questo dove voglio arrivare.
      Che, se addirittura manca un canale formale tra l’attività esecutiva e l’attività politica, figuriamoci nei confronti dei cittadini.
      In questo caso come in numerosi altri, ora e prima.
      Il che, me lo lasci dire, va a discapito delle attività di un’amministrazione, e crea distanza dal cittadino il quale non sa, spesso, cosa sta facendo il proprio comune. E lo sa anche lei, spesso è così. Molti cittadini nemmeno sanno cosa fa un comune per loro, e troppo spesso un comune fatica ad interpretare realmente le esigenze di tutti i propri cittadini.

      Concludo, dicendo che, allora, proprio per questo è necessario creare dei canali ulteriori di comunicazione più semplici, frequenti, e realmente utilizzabili dai Guastallesi, per potersi interessare e vivere il proprio comune.
      Il Question Time a cadenza periodica poteva essere una possibile strada.
      Quest’amministrazione ha scelto la via degli incontri privati negli uffici del municipio (Alla maniera di Schifani quando è venuto a Reggio Emilia). E lei lo sa bene. E lei sa questa strada dove porta.

      A proposito di Schifani a Reggio Emilia e di incontri personali, questo video spiega la cosa: http://www.youtube.com/watch?v=cNRW8UiyGn4

  5. Ritengo giusto approfondire temi e dichiarazioni così importanti… personalmente vorrei sottolineare questa parte dell’articolo:
    “Davide Zanichelli e con lui tutta la Lista Guastalla 5 Stelle è ormai da 12 mesi che propone idee e progetti semplici e costruttivi (a costi irrisori o addirittura a costo ZERO), ma la risposta, tranne che in una situazione, è sempre stata solo una: NO !!!”
    … ed un’amministrazione che tiene al bene del paese non può, solo per orgoglio, negare progetti di indubbio interesse collettivo di cui i cittadini sentono l’esigenza!

Il Blog di Guastalla 5 Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Guastalla 5 Stelle
Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento".

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog NON potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.