Home / Cultura / Fiat iPad: Ma in Italia Internet non Fu!

Fiat iPad: Ma in Italia Internet non Fu!

Oggi è un giorno LEGGENDARIO:compie gli anni mia sorella!
Auguri sorellina,ma in realtà oggi è un giorno memorabile per l'Italia perchè arriva
l'iPad... :)
Starete già pensando:"Ecco,un altro di quegli invasati di informatica e tecnologia"
Potrebbe risultare che io sia un afezionato dell'argomento,ma questo articolo
non vuole essere altre grida celestiali di Alleluia per l'arrivo del nuovo oggetto con
una mela mangiucchiata sopra,ma una piccola critica.


Ne ho sentite e lette di ogni su blog americani,cito alcune considerazioni che
mi sono piaciute di più:

1) in fondo è un Iphone più grande che non telefona

2) è un notebook tablet,ma castrato di qualsiasi versatilità

3) (il suo software e Sistema operativo è più chiuso delle gambe di una donna)
   cito le parole non mie:alla faccia della conoscenza libera e open-source!

4) i Puffi direbbero che è sciccoso,ma non lo userebbe neanche Gargamella
   per rintracciarli:c'è già l'Iphone col navigatore ed è più piccolo.

5) L'Ipad sarà per la carta, quello che è stato la Bibbia stampata di Gutenberg
   per i libri scritti a mano!!!!!

6) una webcam costa 5 euro oggi e l'Ipad centinaia di dollari/euro,ce la potevi
    mettere Caro Cupertino!

E tante altre.Ma Allora questo iPad è veramente così formidabile?
O è un cesso?



In tutte e 2 le affermazioni c'è un fondo di verità.
Da una parte è vero che è il primo oggettino della sua gamma che esce
(per questo fa anche scalpore) e ne seguiranno ben presto, come già annunciato
da altre compagnie (Hp,Intel..),validi concorrenti; dall'altra parte l'iPad vuole
introdurre una nuova concezione della nostra vita e possibilità di informarsi,
oserei dire a portata di dito!

Forse da questo punto di vista è davvero una rivoluzione!
Sono anni che sognamo un oggetto pseudo PC facile,ergonomico,a basso
consumo, (se costasse anche poco!),portabile e portatile dappertutto,anche
in Bagno, leggero, versatile, touch, wireless, che ci dia la possibilità di essere
ovunque connessi a Internet e informati di tutto ciò che vogliamo,tutti i nostri dati
del Pc di casa facili da consultare da remoto in qualsiasi parte del mondo,con
una vastissima libreria in formato e-book.
Tutto in una mano! Senza tastiere o mouse o altre strane animal-devices
("periferiche animalesche"). 

Ecco,l'Ipad & Co. sono i primi tentativi di realizzare quel SOGNO.

EPPURE LA PAROLA GIUSTA NON E' SOGNO,MA "DREAM"!

Infatti c'è una profonda differenza.Qual'è il succo del discorso?

Che l'Ipad non è un sogno divenuto realtà anche in Italia,ma "an American Dream!":
ossia un Sogno Americano, concepito da un team di Ingegneri Americani,
fabbricato da una multinazionale Americana (gioco di parole),
concepito per gli USA, dove quasi tutto il paese è interconnesso con la
fibra ottica e dove le reti Wifi libere ormai coprono almeno il 30% del territorio,
con punte del 95% in città come New York.

Ha solo 3 punti che cozzano con tutta questa bellezza firmata Apple:
1)fatto con materiali rari
2)Made in China,volato in America,inscatolato,spedito in Italia.
3)il peggiore:venduto in tutto il mondo,tra cui l'Italia!

Perchè il 3) è il peggiore?cercherò di spiegarlo.

L'Ipad è la nuova concezione di Internet,o meglio il primo passo per giungere alla
vera essenza di Internet:Libertà,News,Connettività,Dati Ovunque! 
La prossima rivoluzione di internet, per chi non lo sa, è far sparire i Computer:
tutto verrà trasportato a livello server,con grid e Cloud computing,con alte
performance e minori costi energetici ed economici: l'ipad come interfaccia è
prodigiosa da questo punto di vista (RIPETO IN USA che esiste "la Banda Larga")

Pensate quante applicazioni esistono già a livello virtuale:spazi di memoria
virtuale,documenti virtuali di Google ( NON GOGOL!! ),mail,ecc..tutto si sta
postando su internet in modo effciente:pensate a quanto usate il browser rispetto
 agli altri programmi ogni giorno...
Pensate le applicazioni che si prospettano: in campo medico, tecnolgico,
 informatico, comunicativo ,scolastico...

Ne deduciamo UN FATTO SCONCERTANTE che purtroppo l'IPad ci palesa
davanti i nostri occhi:

SIAMO UN PAESE TECNOLOGICAMENTE PREISTORICO,
con connessioni internet confrontabili con le lumache
 (senza offesa per le lumache) e con un Wifi castrato:
L'IPAD SEMPLICEMENTE NON E' FATTO PER L'ITALIA! 

Pochi giorni fa anche l'Agcom lo ha denuciato su internet,bisogna subito investire
nell'infrastruttura informatica a fibra ottica...
peccato che i nostri dirigenti di governo non lo abbiano letto.
Signori,stiamo perdendo il Treno!



Le Compagnie telefoniche vendono l'IPad a caro prezzo,con tecnologie obsolete
e costose, di 20 anni fa come il radiomobile 3G,che non garantiscono un minimo
di banda larga!
In altre parole ci stanno vendendo una Ferrari in un Paese del 4 mondo senza
strade! Un oggetto dalle grandi potenzialità,ma ITALIAMENTE INUTILE,
solo un bel sopramobile per andare su Facebook ad alto costo.

In poche parole,il consiglio che vi posso dare è:
Volete comprare un iPad per  usarlo veramente?Trasferitevi in America.

FIAT IPAD,FIAT LUX! 
Sia la Luce:quella luce che passa in un istante nelle fibre ottiche e arriva al
vostro router Wifi e al vostro iPad,così Silvio può andare finalmente su Gogol,
mentre il resto del mondo ci prende per i "Pad"! (leggi iPad,comprendi fondelli)

Luca Pecchini

3 commenti

  1. Bè, prima di tutto omaggi alla sorella di buon compleanno, ma se è permesso, mi sentirei di fare anche un paio di critiche (spero il più costruttive possibili) al post.

    1) Da un punto di vista tecnico, personalmente mi stride molto che un futuro Ing., pur riportando difettucoli quali mancanza di webcam e compagnia, mi dia una visione positiva e successivamente mistica di un prodotto a cui manca il multitasking (A.D. 2010!). QUESTA sì che è vera preistoria. Ovviamente il discorso non si applica nel caso io voglia avviare insieme Iperdotempo e Icazzeggio, anche se la cosa mi consola poco.

    2) Da un punto di vista di filosofia, come membro di un movimento che fa dell’ open source la propria bandiera, non capisco come si possa osannare qualcosa che, come scherzosamente riportato, […]è più chiuso delle gambe di una donna. Seriamente, non riesco veramente a capire come mai lo stesso discorso vede microsoft demonizzata e per apple invece si riduce a una battuta. 2 pesi e 2 misure, per usare slang a 5 stelle?

    Ma dal punto di vista del presunto significato del post, la mia personale impressione che ne deriva è quella di una ripidissima arrampicata sugli specchi per arrivare a dire che in america c’è più banda larga che in Italia… (duh, e chi se l’aspettava).

    Saranno troppo contente tutte quelle persone lasciate morire per strada dal sistema america, che però possono liberamente informarsi per strada col proprio ipad… quello sì è un paese evoluto!

    • Ciao Manuel,
      veramente questo articolo non è vuole essere un osannare dell’iPad della Apple e concordo pienamente con tutto ciò che dici dal MultiTasking,al flash,all’open source ecc.
      Non volevo fare un articolo tecnico,soprattutto perchè ci sono già milioni di siti che ne parlano e criticano le caratterisitche e mancanze.

      Alla fine ho infatti scritto:
      (leggi iPad,comprendi fondelli)

      Soprattutto perchè questo non è un sito di pura informatica e non volevo entrare nel particolare solo sull’ iPad,soprattuto perchè già altre compagnie stanno per uscire colle loro tavolette.
      Io ne faccio un discorso di rivoluzione informatica che “certa gente” non sa minimamente di cosa si stia parlando e cosa stia accedendo attorno a loro.
      Personalmente spero molto su quella con Android,vedremo!

      So solo che ieri,mentre guardavo il TG online con la notizia di certa gente che si accampava per ore di notte davanti ai negozi,sorridevo,( e non dico altro)! Solo perchè ora hanno l’iPad perchè per loro è solo un simbolo del loro status.Poi li vedi a riempire forum interi per far richieste perchè non sanno nemmeno come usarlo o che cosa fa: basta che sia schiccoso….
      E riderò ancora di più,quando uscirà fra qualche mese un concorrente molto migliore,perchè questa gente si renderà conto di aver buttato via soldi per un oggetto che non è poi così entusiasmante.

      Il concetto è che l’iPad,nel male e nel bene,introduce una nuova rivoluzione: compattare sempre di più il Pc e semplificarli.Certo,come declinazione non è proprio il massimo,anzi,ma su una cosa ne siamo certi: è il primo!

      Putroppo lo paragono a una Ferrari,perchè anche quella è un simbolo di sciccheria,ma tutti i giorni poi la gente usa le utilitarie.
      Ecco,ora aspetttiamo l’utilitaria formato tavoletta.
      Concorderai comunque che in Italia non ci sono strade informatiche e le poche sono sgangerate e a pagamento! Strano!

      Non voglio assolutamente osannare l’America.Anzi!
      Non ho detto che l’America sia un paradiso,anzi sono molto più in crisi di noi e hanno tanti problemi anche loro.Ho detto america,ma potevo dire francia,Germania ecc.3 anni fa sono andato a parigi e con telefonino wifi avrei potuto collegarmi quasi ovunque.E,se vai a Roma o Milano?

      Dico solo che pensare a introdurre un nuovo oggetto del genere che dovrebbe essere la nuova frontiera futura dell’ “informazione Ovunque”, difficilmente possa essere un’Azienda Italiana di Telecomunicazioni.
      Non perchè ci manchino i mezzi,ma per il fatto che noi è più importante far i soldi sul controllo.

      Infatti appena è arrivato qua,subito lo hanno castrato,puntando a cercare di vendere quelli con connettività 3G!!!!
      Strano!!!
      Con conettività Wifi in Italia dove ti colleghi?A casa tua e basta.Beh,allora mi conviene usare il mio vecchio Pc e le tavolette/iPad diventano di conseguenza INUTILI.

      Quando uscirà, potremmo andare da Pisanu & c. con una “tavoletta Linux” e il wifi per chiedergli:

      “Scusi,qua c’è internet che mi devo collegare a Gogol??”

      Ciao

Il Blog di Guastalla 5 Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Guastalla 5 Stelle
Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento".

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog NON potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.