Home / Sanità / Nebbia in Val Padana

Nebbia in Val Padana

Succede che la “Mappa del cancro” ci vede, come Val Padana, in testa alla classifica delle zone più inquinate d’Italia.

Succede che le “Previsioni del cancro“, in Val Padana sono molto alte, diffuse come la nebbia.

Succede che nella capitale della Food Valley, Parma, vogliono costruire un grande inceneritore, che brucierà 130.000 ton. di rifiuti all’anno.

Succede che a Gavassa (RE) é in progetto la costruzione di un TMB (Impianto di Trattamento Meccanico Biologico dei rifiuti, non vengono bruciati ma ridotti di volume ed inertizzati tramite essiccazione), ma sembra ormai realtà che il piccolo TMB sia prevalentemente da associare ad un inceneritore, da realizzare sempre in zona!!!

Succede che gli amministratori locali (PDmenoelle) sono tutti d’accordo con la costruzione dei “forni”.

Succede che i Cittadini non sono d’accordo.

Succede che l’agricoltura non è d’accordo.

Succede che il Parmigiano Reggiano non è d’accordo.

Succede che la strategia RIFIUTI ZERO non è d’accordo.

Succede che come dicono in Val di Susa…. “SARA’ DURA”.

Succede che…

Entusiasmante prova di volontà e coraggio dei cittadini di Gavassa, riuniti martedì 16 marzo nella palestra di Gavassa per dire no all’inceneritore. Essere del PDmenoelle in quel contesto portava forse a volersi sotterrare. Accuse irrispettose delle Istituzioni quelle che sono state rivolte al consigliere Olivieri, reo, seppur non candidato alle regionali, di aver fatto “campagna elettorale” nell’omelia organizzata dal Sindaco Medico.

Numerosi gli inteventi dei cittadini. Filippini e Bagnacani del locale comitato, un ragazzo che ha infilato una serie incalzante di esempi su come sia illogico da ogni punto di vista il forno. DI fronte il nulla: sindaci del PDmenoelle che continuano a chiamare il forno “termovalorizzatore”, nonostante la diffida della Comunità europea ad utilizzare il termine.

Sono intervenuto per sbugiardare sindaco e capogruppo del PD Luca Vecchi: mentre in aula leggevo il testo che sarebbe diventato la mozione per uccidere l’inceneritore, il primo scuoteva la testa (ieri gli ho chiesto se trattavasi di cervicale), il secondo perchè in aula ha dichiarato “noi non crediamo in Rifiuti Zero” (presto l’audio su reggiostelle.it).

Nonostante ciò, senza nemmeno accorgersene, stavano negando ciò che i comitati gli avrebbero fatto rimangiare alcuni giorni dopo, quando il sindaco Delrio Graziano da Canali dichiarò “facciamo un TMB della massima potenzialità”. Proprio quello che dicevo io, biogas, energia rinovabile, ecc ecc.

Ma il ridicolo è stato superato quando, dopo il mio intervento, il Sindaco Delrio ha affermato “qui ci sono alcuni come Olivieri che ne approfittano per fare campagna elettorale”. I fatti, la logica e la ragione cui non si ribatte:

1 – io non sono candidato alle Regionali, l’incontro era organizzato dal Comune, io sono Consigliere Comunale e dico le cose come mi pare, non sono un dipendente di Delrio e non permetto che un altro organo del Comune dica a me COME mi devo esprimere ( e cosa devo dire) in una riunione organizzata dal Comune e,quindi, anche da me;

2 – tre o quattro sindaci del PDmenoelle avevano organizzato una lunga omelia di quanto sono bravi e di quanto più di così non si può fare e di quanto se si farà il forno avremmo fatto il possibile;

3 – andassero tutti …… dove potete immaginare.

A scanso di equivoci, visto che anche il sostenitore dei forni siciliani Alessandri Angelo della Lega dice di essere per Rifiuti Zero, facciamo chiarezza: alle Regionali votate Giovanni Favia, MoVimento 5 Stelle.

Matteo Olivieri
Consigliere Comunale a Reggio Emilia
per la Lista Civica Reggio 5 Stelle

(fonte: “reggio5stelle.it“)

Un commento

  1. Succede che i Cittadini arrivano dopo degli interessi di pochi…..

    Succede che anche la salute viene dopo del benessere di pochi….

    Succede che almeno non dobbiamo far loro credere che ci crediamo anche alle loro ca…te!

    Grande Matteo!!!

Il Blog di Guastalla 5 Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Guastalla 5 Stelle
Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento".

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog NON potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.