Home / Scuola e Sociale / Guastalla: Sala Civica “aperta alla cittadinanza ma chiusa alle persone con disabilità”

Guastalla: Sala Civica “aperta alla cittadinanza ma chiusa alle persone con disabilità”

Arthur Erickson ha realizzato (vedi foto) una rampa per disabili integrata in maniera più che perfetta all’interno di una scalinata che non avrebbe potuto in altri modi essere percorsa.

Basta applicarsi un po’. In Italia ancora troppe barriere architettoniche impediscono alle persone con disabilità la fruizione di edifici.

A Guastalla la sala civica è inaccessibile alle persone con disabilità: gradino del marciapiede, gradino per entrare dalla porta, doppia rampa di scale… senza ascensore, senza servoscale… perchè? Perchè tutte queste barriere in una sala aperta a tutta la cittadinanza? Anzi no, vale solo se sei in ottima forma fisica!!!! Non parliamo solo di disabilità certificata, ma di persone che, ad esempio, si sono semplicemente rotte una gamba. Molto spesso le persone “normodotate” si accorgono delle reali barriere solo quando si trovano ad affrontare temporaneamente difficoltà di accesso ai luoghi aperti al pubblico.

Mercoledi 17 marzo la nostra Lista Guastalla 5 Stelle ha organizzato la serata in sala civica per la proiezione del film documentario “Terra Reloaded” e la presentazione dei candidati consiglieri provinciali alle prossime elezioni regionali del MoVimento 5 Stelle Emilia Romagna.

La nostra scelta di utilizzare la sala civica comunale è stata subordinata ad un discorso puramente economico in quanto la campagna elettorale è stata completamente autofinanziata e le nostre risorse sono veramente scarse.

Purtroppo una persona con disabilità motoria, ma autonoma negli spostamenti con carrozzina elettrica, ha dovuto rinunciare alla serata.

Un’altra persona in carrozzina si è presentata puntuale davanti la porta, ma, con enorme sconforto ha dovuto prendere atto che non poteva entrare… Meno male che stavamo ultimando l’allestimento dei cartelli all’esterno, altrimenti questa persona avrebbe fatto dietrofront… (come spesso accade) senza che ci accorgessimo di nulla. Ci siamo resi disponibili a portare a mano la carrozzina sulle due rampe di scale.

Però… dove la mettiamo la dignità di una persona? La parità dei diritti dei cittadini? La libertà di muoversi autonomamente e decidere quando arrivare e quando tornare a casa?

Questa persona ha aspettato, per andare a casa, la fine della serata… e se avesse voluto andare via prima?… e se avesse voluto fare quello che gli pareva quando gli pareva?

Bisogna abbattere innanzitutto le barriere mentali!!! Tutti i cittadini sono uguali!!!

Perchè non è mai stato pensato di mettere un servoscale temporaneo? Temporaneo, perchè penso che una sala civica comunale debba avere una diversa collocazione, in un luogo a piano terra, di facile accesso a tutti, senza gradini!

Confidiamo che la nostra amministrazione guastallese predisponga al più presto il PeBa comunale (Piano per l’eliminazione delle Barriere architettoniche) come da mozione approvata all’unanimità lo scorso settembre… perchè la dignità e l’uguaglianza di una persona deve essere tutelata sempre ed in ogni modo.

Lista Civica 5 Stelle Beppegrillo.it

3 commenti

  1. Un grazie a chi come voi si batte per queste piccole cose che nessuno vede!

    • Un grazie a te Nadia che ci segui!!!
      Anche un semplice “commento” sul blog è sinonimo di partecipazione e ci dà la forza di continuare più forte di prima nelle nostre e vostre battaglie.

  2. giusto , dignità e ugualianza cose perse nel tempo ma che vanno riprese.

Il Blog di Guastalla 5 Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Guastalla 5 Stelle
Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento".

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog NON potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.