Home / Comunicati / Guastalla e la “Banca del Tempo”: pretendiamo Trasparenza. Presentato un esposto al Prefetto.

Guastalla e la “Banca del Tempo”: pretendiamo Trasparenza. Presentato un esposto al Prefetto.

La Trasparenza per noi deve essere alla base di qualsiasi iniziativa. Per questo, senza nulla togliere a quelle persone in difficoltà a causa della crisi degli ultimi anni e che attualmente stanno beneficiando dei contributi della cosiddetta “Banca del Tempo”, pretendiamo risposte chiare sull’utilizzo dei 200.000 euro pubblici che l’amministrazione ha erogato nelle casse dell’associazione.
Risposte che tardano ad arrivare…

La situazione della erroneamente chiamata “Banca del Tempo” è sotto gli occhi di tutti, e la vicenda relativa alla sua costituzione qualche mese fa non è stata dimenticata, e non viene dimenticata dalla rete, che mantenendo tutto documentato on-line ha ottima memoria (qui la delibera di convenzione).

Il gruppo consiliare della Lista Guastalla 5 Stelle Beppegrillo.it ha depositato, infatti, il 15 Febbraio un’interrogazione a risposta scritta per conoscere lo stato dei lavori della “Banca del Tempo”, che, ricordiamo e per dare idea dell’importanza che la trasparenza dovrebe avere in questa vicenda, è stata creata ad hoc per aiutare le persone colpite dalla crisi attraverso 100.000 euro per il 2009 e 100.000 euro per il 2010, che ad oggi compie lavori di ogni genere: Spalare la neve, cura del verde pubblico, ri-tinteggiare uffici comunali, ecc…

Lo Statuto del comune di Guastalla impone, al comma 3 dell’articolo 20 che alle interrogazioni venga risposto entro 30 giorni, proprio per evitare l’eccessivo dilazionarsi dei tempi e l’inutilità, di fatto, di informazioni fornite in tempi posticipati.
Bene, l’amministrazione di Guastalla ha risposto con 31 giorni di tempo attraverso una “non risposta” (leggila qui). Sostanzialmente rinviando a data da destinarsi (nemmeno preventivata) la risposta a detta interrogazione, facendosi beffe dei consiglieri di opposizione, dei cittadini interessati, e dello Statuto del comune, quest’ultimo documento che l’amministrazione stessa s’è data per regolare il proprio funzionamento. Una contraddizione sostanziale: l’amministrazione si dota essa stessa di uno Statuto e non lo rispetta.

Grave secondo noi che non è dato a sapere quando all’interrogazione verrà data risposta (comunque già oltre i termini di Statuto) e che, il presidente del Consiglio Comunale non è nemmeno intervenuto a tutela dei diritti dei consiglieri come dovrebbe fare seguendo il comma 3 dell’Articolo 17 dello stesso Statuto stesso:

3) Il Presidente tutela le prerogative dei Consiglieri Comunali e garantisce l’esercizio effettivo delle loro funzioni, assicurando una adeguata e preventiva informazione ai Gruppi Consiliari e ai singoli Consiglieri sulle questioni sottoposte al Consiglio, mediante una sistematica attivazione di mezzi e di iniziative, in conformità ai contenuti del Regolamento del Consiglio.

Cosa che c’era da aspettarsi da un’amministrazione che elegge sia Presidente che Vice-Presidente del Cons Comunale esponenti della Maggioranza, che quindi a maggior ragione potrebbero intercedere più facilmente per far rispettare i diritti dei consiglieri, ma così non è.

Questa sitazione di menefreghismo per i diritti dei consiglieri non è altro che l’ulteriore prova che l’amministrazione è sostanzialmente chiusa in sè stessa, o forse troppo debole per rispondere a delle semplici domande sulla spesa di 200.000 euro.
O forse che questa maggioranza, sia a livello nazionale che locale, non è abituata al rispetto delle regole?

Ma noi non ci stiamo a veder calpestati così i nostri diritti. Pertanto, dato che l’amministrazione di Guastalla non tutela i nostri diritti, in data 24 marzo 2010, abbiamo portato l’accaduto all’attenzione del Prefetto di Reggio Emilia (qui l’esposto inviato), per ricordare all’amministrazione attuale che se c’è uno statuto, esso va rispettato.

Non è possibile che questa maggioranza utilizzi il pugno duro della legge, delle regole (e delle ordinanze) solo per cittadini, ed essa, per sè, se ne faccia beffe.

Davide Zanichelli
Capogruppo Consiliare Guastalla 5 Stelle – Guastalla Liberata
per maggiori info 349 2376879

7 commenti

  1. si possono fare tante domande quando si è nel giusto , è chi non risponderà che è in errore.

  2. dopo la nebbia arriva sempre la trasparenza , la limpidezza , basta una leggera brezza purificatrice, li il percorso giusto è iniziato lo scorso giugno , basta continuare a soffiare con discrezione.

  3. TRA LE ALTRE COSE E’ ARRIVATA OGGI 25/03/2010 A CHI HA PRESENTATO IN COMUNE LE FIRME RACCOLTE CONTRO L’ORDINANZA ANTI-ACCATTONAGGIO DEL SINDACO BENAGLIA, UNA COMUNICAZIONE DELLO STESSO BENAGLIA MOLTO POCO CHIARA.LA SUDDETTA DICE CHE (IN SINTESI) LA PETIZIONE NON PUO’ ESSERE NE’ ACCOLTA NE’ RESPINTA IN QUANTO LA PROCEDURA NON PUO’ ESSERE INIZIATA PER “LEGITTIMO IMPEDIMENTO” PERCHE’ NON E’ ANCORA STATO ADOTTATO IL REGOLAMENTO ATTUATIVO………!??? ALLA FACCIA DELLA “TRASPARENZA” E DELLE CENTINAIA DI CITTADINI CHE HANNO FIRMATO! NO WORDS.

    • E’ allucinante… gli altri devono rispettare le leggi altrimenti sono fuori… invece loro possono interpretarle a loro piacimento e dilazionare i tempi nel rispettarle… il partito nazionale fa da “maestro”???

  4. Lorenzo Artioli

    TRASPARENZA, TRASPARENZA, TRASPARENZA
    si era tanto parlato del Question Time del Sindaco per avvicinare la cittadinanza alla Amministrazione comunale, ma qui a qualsiasi domanda seria o non rispondono o minacciano querele.

    Mi sembra di essere all’asilo…

  5. ESATTO!!! Le leggi, gli statuti, i regolamenti vanno rispettati!!!
    QUATTORDICI DOMANDE SONO TROPPE???
    A scuola durante i compiti in classe si rispondevano al massimo in due ore a quattordici domande!!!
    TRENTA GIORNI SONO PIU’ CHE SUFFICIENTI!!!
    Perchè l’amministrazione guastallese non risponde alle domande? Inoltre… c’è bisogno di una consulenza legale, come dichiarato sul quotidiano dal vicesindaco, per RISPONDERE ALLE DOMANDE??? PERCHE’???
    LA TRASPARENZA DEVE PRIMA ESSERE LEGGERMENTE OFFUSCATA??? … sapete… forse faccio TROPPE DOMANDE!!!!!!!

Il Blog di Guastalla 5 Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Guastalla 5 Stelle
Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento".

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog NON potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.