Home / Giovanni Favia: “NON VOGLIO PRIVILEGI”

Giovanni Favia: “NON VOGLIO PRIVILEGI”

Cosa distingue un politico da un cittadino che fa politica?
Le priorità, i fini, i mezzi e l’essere e sentirsi innanzitutto un CITTADINO.

I vostri soldi come preferireste investirli?
Nell’arricchimento (smisurato ed ingiustificato) del singolo o nel benessere della collettività?
Credo proprio che sciegliereste il secondo… quindi Giovanni Favia!

Bologna, 1 mar. – Stipendio da consigliere regionale? No grazie: Giovanni Favia, candidato in Regione con la lista Grillo, annuncia che se approdera’ sui banchi dell’Assemblea legislativa dell’Emilia-Romagna non intaschera’ per intero il compenso che gli spetterebbe. “Non ci penso neanche”, ha detto il ‘grillino’ questa mattina ai microfoni di Radio Citta’ del Capo durante uno dei suoi affondi contro la ‘casta’ dei politici.
L’indennità economica riconosciuta ai consiglieri regionali “e’ un privilegio della casta della politica, mentre io sono solo un semplice cittadino che vuole farsi portavoce di altri cittadini. Quindi, intendo rimettere la mia indennita’ al servizio del movimento”, spiega Favia. Per lui, se eletto consigliere regionale, chiederà solo “uno stipendio per vivere dignitosamente“: circa 1.300 euro al mese, stima il candidato anche se a decidere saranno gli aderenti al movimento ‘a 5 stelle’ che lo sostiene nella corsa a viale Aldo Moro.

Favia e’ convinto che versando gran parte dello stipendio da consigliere in realta’ “quei soldi tornano a cittadini perche’ vanno a un gruppo di persone che porta avanti politiche per il bene della comunita’ e che fa attivita’ di controllo per la trasparenza della politica. Quei soldi vanno spesi per la comunità, non per arricchire qualcuno”.
Favia promette anche che il suo primo atto da consigliere sarà una proposta di legge regionale “anti-casta” fondata su tre capisaldi: il divieto di cumulo di cariche nelle partecipate, un “tetto agli stipendi d’oro dei consiglieri regionali” e la scelta dei manager “per curricula e con concorsi pubblici, con libertà di autocandidatura per tutti i professionisti; cosi’ si può spezzare la ‘casta’ dell’Emilia-Romagna fatta di nomine decise da sindaci e partiti”.

www.emiliaromagna5stelle.it

Il Blog di Guastalla 5 Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Guastalla 5 Stelle
Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento".

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog NON potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.