Home / Il popolo delle illegalità

Il popolo delle illegalità

Come ad ogni campagna elettorale che si rispetti… non può mancare il furbetto di turno. E’ incredibile come chi si propone ai cittadini come loro futuro legislatore, presenti loro, come biglietto da visita, l’affissione illegale… l’apoteosi del controsenso.
I partiti non sono neanche in grado di rispettare le leggi che approvano attraverso i loro parlamentari.., CHE SCHIFO!!!

Giovanni Favia, candidato Presidente alla Regione Emilia Romagna, denuncia l’illegalità diffusa del PDL, con affissioni non autorizzate ed abusive. Forti di governare per poi sanarsi  le multe, i Partiti agiscono nel loro esclusivo interesse, fottendosene delle regole e dei cittadini.

In questo video Giovanni Favia spiega ai giornalisti l’impotenza di fronte all’arroganza dei partiti. Un tal Vecchi, del Popolo delle Pubertà, ha riempito la città col suo faccione, affigendo in spazi ancora da assegnare alle forze politiche.

Ancor prima che Silvio e la Brambilla lancino i Promotori della Libertà (condizionata?), orde di Promotori dell’Illegalità scorrazzano liberamente nella nostra Regione.

Un commento

  1. Grandissimo Favia!!! Hai ragione siamo proprio nel far west!!!
    In Italia ognuno fa quello che vuole… VERGOGNA!
    Bellissimo anche il cartello del MoVimento con la SVEGLIA…
    E’ proprio ora di svegliarsi… anzi è già suonata da un pò!!!!!

Il Blog di Guastalla 5 Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Guastalla 5 Stelle
Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento".

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog NON potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.