Home / Politica / Contro lo sciopero della fame, Cappuccino e Brioche

Contro lo sciopero della fame, Cappuccino e Brioche

Nuovo sciopero della fame e della sete annunciato da Emma Bonino, per combattere contro le illegalità nella raccolta firme per la presentazione delle liste alle elezioni regionali…

Da sempre lo sciopero della fame e della sete sono la protesta silenziosa dei Radicali, ma questa volta utilizzata per cercare di far saltare il procedimento di raccolta firme per la presentazione delle liste alle elezioni regionali, previsto dalla Legge n. 108 del 17/02/1968 e succ., alla quale anche noi, come MoVimento 5 Stelle, abbiamo dovuto adeguarci per poterci candidare alle prossime Elezioni regionali.

C’è effettivamente la necessità di questa battaglia per una legge ad partitum?
Anche il Blog di Beppe ne ha parlato, ma leggiamo cosa ne pensa Gianluca Sassi, candidato consigliere regionale per la lista civica MoVimento 5 Stelle – Emilia Romagna alle prossime elezioni regionali. 

Emma Bonino chiede ”strumenti per porre un argine a questa discriminazione, magari abolendo le firme quando un partito ha dei deputati in Parlamento, dimezzando il numero delle firme da raccogliere o allungando i tempi a disposizione come già fatto in passato” …alla faccia della democrazia, nient’altro? Cappuccino e Brioche?

Dove erano i banchetti dei radicali per la raccolta firme?
Io non li ho visti, così come altri “partiti noti”, i Radicali lamentano comportamenti poco trasparenti e disuguali, secondo il loro “metodo” noi del Movimento a 5 Stelle dovremmo fare un suicidio di massa per denutrizione avanzata, altro che sciopero della fame e della sete.

Noi infatti abbiamo fatto banchetti con ogni condizione atmosferica, pioggia, neve e tanto freddo, non siamo stati considerati da nessuno dal punto di vista televisivo, salvo poche eccezioni a livello locale, figuriamoci poi quanto siamo stati “visibili” per la RAI, eppure le firme le abbiamo raccolte ed anche in anticipo sui tempi, grazie all’opera di tanti volontari e dei cittadini firmatari.

Non vedo quindi dove sia tutta questa “discriminazione” se i radicali fossero stati nelle piazze, come altri oltre noi, forse non saremmo a questo punto.

Secondo Emma Bonino dei Radicali, la RAI non gli avrebbe dato la copertura mediatica che ha dato agli altri, il Governo dovrebbe modificare le regole, in corsa, per consentirgli di adempiere ad una scadenza conosciuta e definita da tempo, lamenta di situazioni di illegalità, ma per questo ci sono strumenti per fare le denunce.

A questo punto noi chiediamo al governo di fornirci Cappuccino e Brioche ogni volta che facciamo banchetti nelle piazze al freddo, e se non lo faranno Denunceremo la “discriminazione” nei nostri confronti, chiediamo quindi allo stato la “Brioche Elettorale” per tutti, non vogliamo “privilegi o piaceri”, sia ben chiaro, la chiediamo per tutti … che la vogliano o no.

Sento aria di sorprese elettorali, che agitano gli animi di chi si sente in “deficit di ossigeno”…

di Gianluca Sassi
Candidato consigliere regionale per la lista civica MoVimento 5 Stelle alle prossime Elezioni regionali.

Un commento

Il Blog di Guastalla 5 Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Guastalla 5 Stelle
Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento".

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog NON potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.