Home / A forza di chiudere un occhio poi si diventa ciechi

A forza di chiudere un occhio poi si diventa ciechi

A forza di chiudere un occhio poi si diventa ciechi
Ieri l’altro abbiamo assistito all’ennesima delusione della politica. Se questa non fosse, a differenza delle (molte) altre, inaspettata, forse non ne parlerei nemmeno.
Forse non se ne può fare a meno di queste delusioni(o forse sì?), perchè quando ci sono in gioco gli interessi di milioni di persone può convenire l’idea di scendere a compromessi, ma, a mio avviso, se si comincia a cedere una volta, perchè non lo si potrà poi fare due volte? e poi tre?
Sto parlando del caso “De Luca”. Del sostegno (devo dire, personalmente a malincuore) da parte di un movimento che mi vede affine, l’ Italia dei Valori, al candidato del Partito Democratico in Campania.
Bene, l’ IDV aveva affermato che non avrebbe sostenuto candidati condannati o indagati, ma, in questo caso, ha smentito tale affermazione, arrivando a sostenere appunto De Luca, indagato attualmente per 2 processi.
Ora, di questioni che si aprono ce ne sono parecchie: “De Luca” ha un buon programma. “De Luca” ha promesso che se condannato si dimette. Il problema di “De Luca” è una pagliuzza in confronto delle travi dei veri problemi.
Tutto quanto vero. Ma, penso, che è proprio per questi “sconti” che vengono fatti la politica poco a poco scade. Ed a quel punto se si giustificano le proprie macchiette, altri potranno giustificare le proprie macchioline, ed altri ancora potranno giustificare altre macchione, fino ad arrivare a giustificare Mister B agli estremi, con problemi connessi. A forza di chiudere un occhio, poi si diventa ciechi.
Allora, credo giusta la regola che, chi si prefigge di rappresentare politicamente delle persone sia integerrimo, lindo e immacolato. Per questo, lo stesso De Luca, avrebbe dovuto farsi da parte per primo, per proteggere il buon nome di tutti i sostenitori del proprio partito, la loro buona fede e le loro idee.
Ribadisco, probabilmente De Luca ha le proprie ragioni e persone che lo sostengono, probabilmente Di Pietro ha fatto le sue scelte per validi motivi, ma, concedetemi, resta il fatto che una cosa così, volendo, la si poteva evitare. Volendo dirla con una battuta “è come se mister B candidasse una ragazza più intelligente che bella!”…insomma, una contraddizione 😛
Concludo con una nota personale.
Quando qualche mese fa ho scelto di rappresentare delle persone alle amministrative del 2009 ho cominciato a sentire il “peso” della candidatura: da quel punto in poi la mia reputazione è diventata la reputazione delle persone che mi sono state vicino, e viceversa. Per questo, a maggior ragione la responsabilità d’integrità pubblica al 200%. Perchè l’integrità del candidato è l’integrità del movimento, e viceversa. Se il candidato si macchia, si macchia tutto il movimento, ed è giusto che il candidato, se ha l’interesse nel movimento si faccia da parte, per il bene di quelle persone che, con lui, ci mettono la faccia (se veramente gli frega). Concludo dicendo che, per il movimento 5 stelle tutti i candidati hanno la fedina immacolata. E’ un requisito imprescindibile per poter essere candidati a rappresentare politicamente altre persone.
Al congresso nazionale dell’Italia dei Valori abbiamo assistito all’ennesima delusione della politica. Se questa non fosse, a differenza delle (molte) altre, inaspettata, forse non ne parlerei nemmeno.
Forse non se ne può fare a meno di queste delusioni (o magari sì?), perchè quando ci sono in gioco gli interessi di milioni di persone può convenire l’idea di scendere a compromessi, ma, a mio avviso, se si comincia a cedere una volta, perchè non lo si potrà poi fare due volte? e poi tre?
Sto parlando del caso “De Luca” e del sostegno (devo dire, personalmente a malincuore) al candidato del Partito Democratico in Campania da parte di un partito,  Italia dei Valori, che per alcune idee mi vede affine.
Bene, l’IDV ha da sempre affermato che non avrebbe sostenuto candidati condannati o indagati, ma, in questo caso, ha smentito tale affermazione, arrivando a sostenere appunto De Luca, imputato attualmente in 2 processi.
Tra le tante giustificazioni a questo gesto le più in voga sono queste:
  1. “De Luca” ha un buon programma.
  2. “De Luca” ha promesso che se condannato si dimette.
  3. Il problema di “De Luca” è una pagliuzza in confronto ai veri problemi.
  4. Non c’era un alternativa
Tutto quanto che potrebbe essere anche vero. Ma, penso, che è proprio grazie a questi “sconti” che  la politica poco a poco decade. Ed a quel punto se si giustificano le proprie macchiette, altri potranno giustificare le proprie macchioline, ed altri ancora potranno giustificare altre macchione, fino ad arrivare a giustificare Mister B agli estremi, con problemi connessi. A forza di chiudere un occhio, poi si diventa ciechi.
Allora, credo giusta la regola che, chi si prefigge di rappresentare politicamente delle persone sia integerrimo, lindo e immacolato. Per questo, lo stesso De Luca, avrebbe dovuto farsi da parte per primo, per proteggere il buon nome di tutti i sostenitori del proprio partito, la loro buona fede e le loro idee.
Ribadisco, probabilmente De Luca ha le proprie ragioni e persone che lo sostengono, probabilmente Di Pietro ha fatto le sue scelte per validi motivi, ma, concedetemi, resta il fatto che una cosa così, volendo, la si poteva evitare. Volendo dirla con una battuta “è come se mister B candidasse una ragazza più intelligente che bella!”…insomma, una contraddizione 😛
Concludo con una nota personale.
Quando qualche mese fa ho scelto di rappresentare delle persone alle amministrative del 2009 ho cominciato a sentire il “peso” della candidatura: da quel punto in poi la mia reputazione è diventata la reputazione delle persone che mi sono state vicino, e viceversa. Per questo, a maggior ragione la responsabilità d’integrità pubblica al 200%. Perchè l’integrità del candidato è l’integrità del movimento, e viceversa. Se il candidato si macchia, si macchia tutto il movimento, ed è giusto che il candidato, se ha l’interesse nel movimento si faccia da parte, per il bene di quelle persone che, con lui, ci mettono la faccia (se veramente gli frega).
Alle prossime elezioni, in 5 regioni (Emilia Romagna, Veneto, Lombardia, Piemonte e Campania), ci sarà anche il MoVimento 5 Stelle in cui tutti i candidati hanno la fedina immacolata. Requisito per noi, e a questo punto sembra proprio SOLO PER NOI, imprescindibile per poter essere candidati a rappresentare politicamente altre persone.
p.s.
Caro Di Pietro, non è vero che in Campania non c’era un alternativa a De Luca, infatti sarebbe bastato che l’Italia dei Valori avesse appoggiato la candidatura del trentaciquenne Roberto Fico del MoVimento 5 Stelle. Persona semplice, preparata ed INCENSURATA con tante belle idee da proporre. Peccato… sia andata così…

3 commenti

  1. Di Pietro e L’Italia dei Valori l’hanno combinata davvero grossa. Lì si predica bene e poi si razzola male… Travaglio su “Il Fatto” dell’altro giorno ha fatto un bel ritrattino del “buon” De Luca… che ne ha confermato L’IMPRESENTABILITA’ alle prossime elezioni.
    Ma comunque si dà addosso a Di Pietro, anche se giustamente, ma ci si dimentica del PDmenoelle. Ricordiamoci che De Luca è stato proposto dal partito di Bersanetor ormai sempre più allineato con il PDL.

    In ogni caso, come ha detto Marco Travaglio, se votassi in Campania, non avrei dubbi nel votare ROBERTO FICO del MoVimento 5 Stelle che equivale ad ARIA PULITA… ARIA FRESCA DA RESPIRARE A PIENI POLMONI.

  2. Ancora io… ma è un argomento che mi sta molto a cuore…
    Vorrei aggiungere che non solo i candidati partitici chiudono spesso un occhio… lo chiudono anche molti italiani!!!
    Il perchè è semplice, meglio non vedere e quindi non sapere che vedere e poi non fare niente… si può “insinuare” un senso di colpa…
    A tal proposito ne parla anche Beppe Grillo proprio oggi nel suo blog
    http://www.beppegrillo.it/2010/02/un_paese_senza/index.html

  3. Concordo su tutto. E’ indispensabile secondo me che il candidato sia integro e pulito come valori, opinioni non condizionate da propri interessi o interessi di amici.
    E’ così che fin’ora sono andati avanti i partiti, nel torbido, ma è ora di cambiare, i cittadini devono prendere in mano la propria vita interessandosi e partecipando attivamente… e proprio il MoVimento rappresenta tutto ciò alle prossime elezioni…
    Io personalemente ritengo che non si debba mai chiudere un occhio perchè fatto una volta anche se poi ci si scusa pubblicamente o meno, chi ci dice che non si possa richiudere ancora quell’occhio??? 😉

Il Blog di Guastalla 5 Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Guastalla 5 Stelle
Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento".

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog NON potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.