Home / E il terzo giorno resuscitò

E il terzo giorno resuscitò

Aspettando l’uscita dall’ospedale di Silvio Berlusconi, che come secondo le scritture, non poteva che avvenire al terzo giorno di degenza, e mentre le schermaglie politiche riempiono i media della repubblica delle banane, l’Italia va avanti.

Ma va avanti come?

La bancarotta dello stato è sempre più vicina con il debito pubblico che aumenta ancora: secondo i dati di Bankitalia, a ottobre si e’ attestato a 1.801,6 miliardi di euro contro i 1.786,8 mld di settembre. La tendenza al rialzo va avanti da dicembre 2008. In un mese, tra settembre e ottobre, il debito e’ cresciuto di 15 miliardi. Il Pil (prodotto interno lordo) alla fine del 2008 era di 1.272 miliardi in valore assoluto (gia’ in calo rispetto a 1.284 miliardi del 2007) per cui la percentuale del debito sul Pil (retrodatata) e’ del 141.6%, un livello che non ha uguali in un paese occidentale. Le previsioni di Bankitalia per il 2009 indicano un arretramento del 4.5% del Pil, per la recessione globale, dunque il rapporto debito/Pil e’ ancora in forte aumento, ma nessuno ce lo dice.

I 3,1 miliardi di TFR che i lavoratori hanno lasciato all’Inps verranno usati a copertura di un terzo della Finanziaria, alla quale il Governo Berlusconi, per l’ennesima volta, porrà il voto di fiducia senza ascoltare opposizione e sindacati. Pertanto nessuna possibilità di discussione o di modifica in aula alla Camera, chi si e visto si è visto. Questa finanziaria di 8,9 miliardi di euro piace solo alla maggioranza. Ancora una volta i lavoratori dipendenti privati sono stati fregati.

Da Gennaio 2010 le pensioni si alleggeriranno, infatti cambieranno i coefficienti con cui si calcolano i trattamenti pensionistici. Coefficienti che risultano dalla revisione dei parametri dettati dalla riforma Dini del ’95 prima e dalla sua modifica del 2007 poi. La sorpresa già annunciata è una: le pensioni saranno più leggere. In poche parole, meno soldi. Secondo le stime dallo 0.8 per cento al 3.7 per cento in meno.

In Abruzzo arriva la neve, che di per se non sarebbe una brutta notizia ma come sapete in Abruzzo si vive ancora in tenda. Ma ormai chi segue la politica italiana da tempo, avrà capito il modo di agire, i trucchi e i piccoli segreti che si nascondo dietro ogni dichiarazione, legge, sorriso e il più insignificante, all’apparenza, attegiamento dei nostri eletti. La situazine in Abruzzo ne è l’esempio più lampante. Non parlare del problema per far sparire il problema. Farlo sparire dalle cronache delle Tv, si intende, perchè i problemi per gli aquilani ci sono eccome.

4 commenti

  1. Marco Dallai

    questa volta il buon Silvio ha fregato pure le “scritture”… IL QUARTO GIORNO RESUSCITO’… 😉

  2. ma pensate se i tg facessero servizi come questo articolo…
    a qualcuno verra’ un infarto, ma perlomeno gli altri sarebbero
    informati, inc….ati neri, ma informati!!!

    il fatto di ritoccare le pensioni mi fa pensare malissimo, sono proprio alla frutta…a quando il blocco dei cc nelle banche??
    stiamo in allerta che questi ci fregano tutto..

  3. Bè… rimanendo in tema con il prossimo consiglio comunale e la “questione crocifisso”…
    Ma se B. vuole cambiare la Costituzione, porre veto su Internet… chissà se presto vorrà il crocifisso a “sua immagine e somiglianza”…
    Penso comunque che a questa “notizia surreale” molti italiani rimarrebbero assopiti lo stesso…

  4. Se sulla Grecia, con una percentuale di debito pubblico sul Pil inferiore al nostro, ci sono molte probabilità che sia ormai spacciata, NOI italiani cosa dobbiamo pensare???!!!……..

    Il Governo continua a chiedere la fiducia…….perché continua a chiederla??? sta praticamente governando a colpi di fiducia!….o, a questo punto, di SFIDUCIA…

    Per il TFR…beh, forse é la prima volta che son contenta di non averne uno…almeno non rosico anche per questo ulteriore furto!

    La pensione…é da quando ho iniziato a lavorare con un contratto un po’ serio, che sostengo che quelli dalla mia generazione in poi prenderanno solo la pensione che si son fatti privatamente!

    Il debito pubblico aumenta, ma a ridurre le troppe spese dello stato, partendo da stipendi spropositati+benefits di parlamentari e compagnia bella, non ci pensano minimamente!!!
    Vengono ridotte continuamente le pensioni dei comuni cittadini, ma a ridurre le super-pensioni non ci pensano minimamente!!!
    ……….E questa non é demagogia…é pura matematica!!!!
    5 – 10 non può fare +15!!!

    E per finire…l’informazione manipolata ad uso e consumo dell’utilizzatore finale (che non é, come si é portati erroneamente a pensare, il telespettatore!…) ormai é uno schifoso dato di fatto!
    non credo proprio che faranno mai vedere certi video in TV!!
    …li vedi solo in internet, ed é proprio per questo che la temono e cercano in ogni modo di oscurarla!!
    altro che siti violenti…..hanno solo paura della verità!!!

    Complimenti Marco, in questo articolo hai messo assieme una bella “macinata” di sfiga!!! 😉
    …insomma…mi chiedo ogni giorno di più come fa un italiano a non voler emigare!

Il Blog di Guastalla 5 Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Guastalla 5 Stelle
Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento".

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog NON potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.