Home / Ambiente / A Correggio E.V.A. è l’inizio di qualcosa…

A Correggio E.V.A. è l’inizio di qualcosa…

Mattina del 12 dicembre, sveglia relativamente presto rispetto agli standard del sabato mattina (ricordo che quest’ultimi sono approvati dall’ISO9001) perchè abbiamo un appuntamento col futuro. Almeno così sembrerebbe dalle anticipazioni sentite sui media (Tg Reggio e giornali).

Io e Davide, il nostro consigliere comunale a 5 Stelle, siamo andati a vedere l’inaugurazione del nuovo impianto a “energie Rinnovabili” (meglio dire Alternative più che Rinnovabili) fatto da Encor (Correggio energie). Piacevole gita nella frescura mattutina fuori dalla Bassa.

Inanzitutto spieghiamo cos’è En-cor.

Dicesi En-cor.srl,una società a socio unico (il socio unico è il comune di Correggio) che ha creato questa  bella “attrazione turistica” chiamata Eva, Energia Valore Ambiente.

Come si può apprendere dal sito di En-Cor alla parola Interventi, il Comune di Correggio si sta dando molto da fare per introdurre nuove fonti di energia che possano rendere la cittadina reggiana meno dipendente da fonti fossili. Ci entusiansma vedere gli impianti solari termici e fotovoltaici che hanno installato sulla Scuola Elementare, sulla Casa di Riposo e sul… Palazzetto dello Sport… quando si dice… la malaugurata sfortuna di averne uno per installarci sopra i pannelli solari! I Guastallesi che ci leggono capiranno.

Ma ora ritorniamo a E.V.A.

Arrriviamo alla tanto attesa inaugurazione e il primo fatto che ci stupisce è il numero di persone curiose presenti. Come è ben noto la premonizione di un rinfresco finale fa da elemento catalizzante. Lasciando stare le congetture, fa piacere che i correggesi, insieme a tanti curiosi venuti da altri paesi come noi, siano interessati a questi argomenti.

Dopo i vari discorsi di Davide Vezzani e del Sindaco, inizia finalmente il tour delle meraviglie. Perciò ora veniamo ai dati e alle considerazioni che ne abbiamo estrapolato.

1) La struttura è molto bella, soprattutto dal punto di vista architettonico con quel tetto ondulato a semisinusoide con le travi in legno che ho apprezzato molto.

IMG_0723

2) Secondo i dirgenti è una centrale a energie alternative (solare, termico, biomassa, geotermico), in realtà dovrebbe essere chiamata centrale a Biomassa.

IMG_0722

3) Infatti secondo quello che abbiamo visto noi, è un bel capannone con motori a syngas derivato da organico (ceppato locale, ma soprattutto olii provenienti dall’estero!!!), con l’aggiunta di qualche kw generato dal tetto FV amorfo a film sottile e monocristallino ad inseguimento. Infine un paio di pannelli solari termici forniscono qualche litro di acqua calda. Per la trigenerazione e geotermia per ora si parla di predisposizione. Perciò quasi la totalità dell’energia proviene dalla combustione di organico o metano, mentre per le altre fonti si parla di uso a scopo didattico.

IMG_0713

4) Bisogna apprezzare i notevoli sforzi che il Comune di Correggio sta facendo, sebbene attualmente la centrale EVA proposta non sia certamente la scelta energetica, etica ed ambientale migliore che esista. Di sicuro è la scelta più economica.
Riassumendo EVA è la dimostrazione che nel mondo in cui viviamo (sia dal punto di vista pecuniario/affaristico che da quello di salvarsi la reputazione ecologica) è più economico coltivare colza, con costi di bassa manovalanza nei paesi sottosviluzzati, trasportarla via nave bruciando altro petrolio fino in Italia, gassificarla e bruciarla nel reggiano.

5) Dal punto di vista della colza, prima coltivata e poi bruciata, non si ha aumento di CO2 in atmosfera in quanto si richiude il ciclo chimico, ma se calcoliamo anche quella liberata per la lavorazione e produzione?? Ho sentito anche che dal punto di vista etico ed alimentare queste coltivazioni non tolgono terreni all’agricoltura, ma sfruttano terreni inadatti, quindi senza diminuire le derrate alimentari nei paesi poveri. Ciò mi lascia MOLTO perplesso e non sfuma i miei FORTI dubbi.

6) L’aria dei fumi che esce dalla turbina sarà filtrata prima di entrare in atmosfera, però… si sta sempre rilasciando qualcosa dopo una combustione. Ci saranno regole, limiti da rispettare, controlli severi, però… c’è sempre un però!!!

IMG_0725

Gli altri impianti (solare termico e fotovoltaico sopra al tetto) sono al momento solo la ciliegina dietetica su una grossa torta di panna e margarina.

Un punto di partenza così così, ma almeno un punto di partenza. Tutto ciò mi sembra abbastanza coerente con le politiche energetiche ed ambientali dell’attuale governo italiano, a cui stanno molto a cuore queste grosse centrali a turbogas che passano per “ecologiche”, avendo un rendimento maggiore di quelle normali termoelettriche. Alla fine in una nazione come l’Italia che ha tanta energia solare da diventare più  ricca degli sceicchi, dopo 200 anni dal motore a vapore, si continua a bruciare qualcosa.

L’Italia è al 44° (su 57) posto mondiale per la riduzione delle emissioni e al 55° per le politiche energetiche secondo il rapporto Climate Change Performance Index. “Fate vobis…”

Infine facciamo gli auguri per il lavoro svolto e quello futuro ad En-cor e al Comune di Correggio che, sostenuti dai Certificati Verdi e dai nostri CIP6, sicuramente nel prossimo futuro, forse, avranno la possibilità di ampliare di molto gli impianti solari e geotermici in sostituzione alla Biomassa.

Potete trovare altre foto qua:

http://www.meetup.com/GrillidellaBassa/it/photos/

Ultima nota: Si sono incontrati anche un dirigente Sabar e Giorgio Alfieri, con i quali si è discusso su questi temi. La speranza è che l’esempio di EVA, giusto o sbagliato che sia, ci abbia fatto comprendere a tutti che stiamo per iniziare a vivere la più grande rivoluzione energetica che l’umanità abbia mai affrontato e non possiamo restare con le mani in mano.

Pecchini Luca

5 commenti

    • Credo che presto a Guastalla ci ritroveremo nella stessa situazione!
      infatti nel prossima seduta di consiglio comunale, si discutarà (si fà per dire…in realtà si dovrà semplicemente prender atto delle decisioni già prese dalla giunta..) la costituzione dell’ennesima società creata ad hoc dalla giunta!
      …questa volta per gestire il futuro parco fotovoltaico Solidea…

  1. confermo tutto quanto riportato.
    Anche il comune di correggio tramite facebook ha letto il mio articolo (ripubblicato anche sul mio sito informarmy.com) apponendo commenti su cui stendo un velo pietoso (vedi link http://paolomarmiroli.blogspot.com/2009/12/inceneritore-eva-correggio-re.html).

    Tra i vari combustibili era previsto anche l’olio di jatropha proveniente da coltivazioni in senegal nel quale il comune di correggio ha avviato un progetto a fine 2009 ma che ad oggi sembra bloccato.
    Da rumors locali pare che il progetto sia stato avviato per ottenere sovvenzioni comunitarie…. Ma che ora si sia fermato… Forse perché i soldi sono già arrivati.
    Quando avrò maggiori info a riguardo le riporterò.

  2. concordo pienamente con quanto scritto da Luca, ottimo reportage e ottime considerazioni, avessero speso quei soldi per fare risparmio energetico non saremmo qua a leccarci le ferite.

    • Olivia Ardioli

      Sì, infatti!
      é quello che penso sempre anche io!

      …iniziamo dal risparmio dell’energia!!
      …poi penseremo a come produrla il più sostenibilmente ed ecologicamente possibile!

Il Blog di Guastalla 5 Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Guastalla 5 Stelle
Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento".

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog NON potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.