Home / Economia / Ma i soldi a Guastalla ci sono o non ci sono?

Ma i soldi a Guastalla ci sono o non ci sono?

Vista la situazione economica dei comuni già disastrosa, il Comune di Reggio Emilia e il coordinamento Lega Autonomie hanno organizzato, nella giornata del 13 novembre, la manifestazione “I Sindaci non ci stanno”, contro le misure previste dalla Finanziaria, i tagli del governo e i blocchi imposti dal patto di Stabilità.

Il 12 novembre 2009, sul sito del comune, il comunicato “CORTEO DEI SINDACI REGGIANI” informa che il sindaco di Guastalla Giorgio Benaglia, pur consapevole della crisi in cui versano gli Enti Locali e le famiglie della nostra provincia, NON parteciperà a questa iniziativa in quanto la considera un mero attacco strumentale al Governo italiano.

Qual’é il vero motivo di questa scelta?

Il sindaco dovrebbe essere il difensore dei diritti e responsabile del benessere di TUTTI i Cittadini Guastallesi o il mero difensore dell’orgoglio di alcuni di essi?

Guastalla, con nobilissime origini, sta mantenendo l’atteggiamento di superiorità ereditata direttamente dai Gonzaga. Quest’orgoglio nasce sopratutto dal colore della giunta, azzurro  e verde, uguali a quelli del governo attuale.

Queste affiliazioni danno forza e coraggio, ma impediscono quelle azioni che potrebbero risollevare le sorti del bilancio comunale solo perchè potrebbero essere intese come una forma di protesta antigovernativa.

Tutti i comuni, lo sappiamo bene, sono in gravi difficoltà economiche ed anche il nostro è in grave sofferenza, tanto che l’amministrazione non perde occasione per ricordarci che “i soldi non ci sono”.
Lo ricorda quando si parla di palazzetto, ad esempio.

I comuni della provincia di Reggio si sono riuniti per cercare soluzioni e risposte unitarie contro la crisi.
Per cercare di fare gli interessi della comunità (almeno questo dovrebbe essere l’intento).
Qui entra in gioco l’orgoglio nobile degli antichi Gonzaga, che non possono rischiare in alcun modo di inimicarsi il governo centrale.

Il nostro caro Sindaco non ha partecipato alla manifestazione (così come quello di Viano, per le stesse ragioni).

Forse, in tale riunione, hanno deciso di fare pressioni sul governo per avere ciò che gli aspetta e che non è ancora arrivato.

Ma a noi nobili, che importa?
Saremo mica figli di un’ICI?
La nostra ricchezza non si misura in euro, ma in senso del potere.
Mica per niente è stata tappezzata tutta Guastalla dai gagliardetti della Lega, per ricordarci che i nosti obiettivi sono ben più nobili, come quelli di ripulire le strade dai mendicanti, come quelli di opporre la massima resistenza alle idee che nascono da schieramenti opposti indipendentemente dalla loro validità.

Un commento

Il Blog di Guastalla 5 Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Guastalla 5 Stelle
Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento".

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog NON potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.