Home / Politica / Latte Fresco Coop: una Catastrofe Naturale!?

Latte Fresco Coop: una Catastrofe Naturale!?

Stamattina mi sveglio e vado in cucina a fare colazione. Apro il frigo e mi trovo il “Latte Fresco Coop” che mia madre per cambiare ha appena comprato.

Dato che al mattino il cervello è ancora scollegato, svolgo i soliti gesti rituali e preparo la colazione. Poi, mentre sono seduto e incominciano ad arrivare le sostanze nutritive allo stomaco, il cervello incomincia ad avviare il sistema operativo!

Prima mi accorgo che c’è qualcosa di diverso dalla solita mattina, poi la domanda si fa nitida e mi fa salire la pressione:

MA CHE CONTENITORE HANNO FATTO???

Da buon ingegnere mi potete comunicare, cari dirigenti Coop, chi è stato lo straordinario inventore di questa “Bomba Atomica Ecologica”?

Strascuriamo per un momento il discorso che nella Bassa (da Luzzara e Brescello) non c’è nemmeno un distributore alla spina di latte fresco: fatto scandaloso per i paesi genitori di Don Camillo e Peppone e produttori di Parmigiano Reggiano!

Assunta questa indotta coercizione che è pura conseguenza del lassismo delle nostre amministrazioni, l’attenzione va alla Coop che si dice vicina al consumatore e all’ambiente!
A casa mia faccio la raccolta differenziata con tutti i bidoni (plastica, carta, indifferenziato, vetro…) poi mi basta 5 minuti alla settimana per andare dai cassonetti (dato che il porta a porta ce lo sognamo!) e la mia eco-coscienza si sente risollevata. Ma voilà: La Coop si è inventata un contenitore bello esteticamente, ma irriciclabile!

Mi dite dove lo metto?

-Nella carta, dato che è quasi tutto tetrapak, ma il tappo e la parte superiore sono in plastica?
-Nella plastica, notato che è quasi tutto tetrapak a parte il coperchio che è però ben saldato? Non venitemi a dire che è plastica biodegradabile!

Mi devo mettere lì con un coltello a tagliare le 2 parti che la mente perversa di qualche scemo ha pensato di unire?
Noto “con leggero stupore” che invece di andare avanti verso un futuro meno inquinato, dove i contenitori dovranno essere biodegradabili o per lo meno tutti differenziabili, alla Coop facciamo come i gamberi! Andiamo all’indietro!

Bella l’idea del latte fresco, ma se per un litro di latte, devo lasciare in discarica una tale schifezza, allora posso dirvi solo una parola:

Complimenti!!!

E vi faccio anche un bell’applauso e dico a tutti coloro che pensano ogni tanto al mondo che lasceremo a chi verrà che alla Coop non è una loro priorità! Anzi cazzi dei posteri e paradossalmente c’è anche la foto di un bimbo sulla confezione!

Allego la foto del Caravaggio, dove si può eccepire l’incredibile sbalzo di luci e ombre che sono riuscito a dare all’oggetto incriminato:

Latte fresco Coop

Luca Pecchini

3 commenti

  1. Olivia Ardioli

    …okkei, sono stata un po’ catastrofista anche io (…strano, di solito in questo paese rifiuti e company vengono gestiti in maniera eccellente…)
    in realtà c’é una strada per riciclare totalmente il tetrapak, utilizzare, oltre alla cellulosa, anche il residuo trasformandolo in Maralhene.
    Come sempre tutto sta nella corretta gestione del rifiuto.
    speròm bein! anche perché ora Coop ha sostituito anche le lattine di contenimento di legumi con i bric.

  2. hai ragione!!
    …anche io ogni tanto lo prendo (i distributori di latte crudo non sono molto vicini e non posso andarci apposta tutti i giorni) e quando é vuoto lo taglio con la forbice separando plastica e tetrapak….
    e vorrei aggiungere, dato che siamo sull’argomento, nonostante lo spaccino per tale, che IL TETRAPAK NON è RICICLABILE!!!
    …infatti di questo poliaccoppiato attualmente si recupera solo la cellulosa, mentre il resto (plastica e alluminio) fa la solita fine…….DISCARICA o INCENERITORE!!!!

    • …è proprio vero! Io l’ho preso solo una volta: a parte la scarsa “sapidità” (da un latte fresco, mi aspettavo qualcosa di meglio!) poi, a fine-uso, quando mi sono accorta che non si sapeva “da che parte” metterlo, ho deciso di non comprarlo MAI più!

Il Blog di Guastalla 5 Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Guastalla 5 Stelle
Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento".

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog NON potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.