Home / Sedute Consiliari / Consigli Comunali / Guastalla: 15 Ottobre 2009 – Resoconto del Consiglio Comunale straordinario

Guastalla: 15 Ottobre 2009 – Resoconto del Consiglio Comunale straordinario

Premettiamo che la lunghezza di questo resoconto è dovuta alla necessità di chiarezza, vista l’importanza della questione, ed ai numerosi commenti giunti al precedente articolo nel quale abbiamo pubblicato i risultati delle votazioni degli emendamenti da noi proposti e della Mozione “energie rinnovabili” .
Sarà impegnativo per voi leggerlo quindi immaginate quanto lo sia stato per noi riportarlo!
Per questo ci auguriamo che vengano presto concesse le riprese video (a tal fine ci siamo già dati da fare presentando una mozione che verrà votata nel prossimo consiglio!).
Aggiungiamo che questo lavoro TRASPARENTE di trascrizione dei consigli comunali, dovrebbe farlo la nostra amministrazione tramite il sito web del comune ma… noi non l’abbiamo mai visto!!! Cosa ci vuole per farlo? Solo un po’ di lavoro!!! State attenti che la prossima volta libereremo il tremendo cacciatore di fannulloni “Brunettix”!!!

Come ormai è la regola, il consiglio comunale inizia in ritardo… anche se di pochi minuti.

All’appello mancano alcuni consiglieri. Vorremmo essere più precisi, ma gli eventi sono così veloci che non è facile annotare tutto. In ogni modo in aula mancano i consiglieri di maggioranza Mossini e Bartoli, che poi arriveranno a seduta in corso, e per la minoranza sono assenti Fiumicino e Castigliani di Guastalla Insieme.

Prima di procedere con l’ordine del giorno, Davide Zanichelli della nostra Lista Civica 5 Stelle consegna una copia degli emendamenti alla mozione in oggetto a tutti i consiglieri.

Nel frattempo il giornalista locale Antonio Lecci riprende con videocamera e fotocamera alcuni minuti del consiglio comunale. E qui ovviamente non possiamo non pensare alla famosissima legge sulla privacy che a noi è stato detto essere la causa del divieto di effettuare riprese video in consiglio. Due pesi e due misure… direi un classico della nostra politica.

Fabrizio Alfieri (LEGA-PDL-UDC) inizia con la presentazione della mozione all’ordine del giorno e cioè “energie rinnovabili”. La prefazione è sulla situazione di massimo inquinamento della nostra pianura padana. Citazione anche per il protocollo e gli accordi di Kioto, l’Italia deve rientrare. Infine chiude dicendo, e giustamente aggiungiamo noi, che tutti possono dare una mano a ridurre le emissioni CO2 a partire dai tanti piccoli gesti quotidiani che ognuno fa.
Alfieri continua con la spiegazione delle linee guida del progetto “energie rinnovabili” dicendo anche che si occuperà di tutto una nuova società, da creare, con socio unico lo stesso Comune. L’idea in progetto è quella dell’installazione di pannelli fotovoltaici su di un terreno comunale.

Terminata la presentazione della mozione, prende la parola il consigliere Verona (Guastalla Insieme) che chiede spiegazioni per quale motivo si sia dovuto mettere in agenda un consiglio straordinario e manifesta altri dubbi sulla tempistica di presentazione della mozione. Inoltre fa notare che esistono già due società partecipate dallo stesso comune e cioè Enia e Sabar, le quali potrebbero occuparsi di tale progetto senza doverne creare una terza. Chiude il suo intervento chiedendo al consiglio, visto l’argomento di particolare interesse pubblico, di poter dare la parola direttamente ai cittadini, a partire da quelli presenti in sala.

E’ la volta del consigliere Comunale (Gruppo Misto) che appoggia i dubbi già espressi dalla Verona ed inoltre chiede il motivo per il quale la mozione non sia stata inviata tramite e-mail ma solo per via cartacea. Si dice stupito della firma e quindi dell’appoggio a questa mozione da parte della Lega, ricordiamo che la mozione è stata firmata anche da Mossini (Lega-PDL-UDC). Nessuna sorpresa per l’altro firmatario Alfieri, visto che – continua Comunale – da anni ne conosco la sua sensibilità in materia. Giustifica i dubbi sulla Lega firmataria della mozione ricordando come, a livello nazionale, il governo di centro destra abbia seguito direttive tutt’altro che di tutela dell’ambiente, anzi addirittura – ricorda sempre Comunale – il ministro Scaiola ha reintrodotto il Nucleare in barba ad un referendum popolare che anni fa ne sancì l’abbandono. Propone, citando il 5° degli emendamenti promossi dalla nostra Lista Civica 5 Stelle, di dichiarare Guastalla comune denuclearizzato. Inoltre dichiara pieno appoggio a tutti i nostri emendamenti proposti rilevando quello sulla trasparenza nell’assegnazione dei lavori e quindi chiede un bando pubblico, aggiungendo che non basta come garanzia la dichiarazione di unico socio per il comune. Infine chiede quale sarà il terreno che dovrà ospitare l’installazione dei pannelli fotovoltaici e cosa ci perderanno i cittadini di Guastalla.

Chiede la parola il consigliere Villani (Uniti per Guastalla). Anche per lui dubbi sulla tempistica del consiglio straordinario ed inoltre chiede delucidazioni sul terreno che si dovrà utilizzare per l’impianto fotovoltaico. Anche Villani ritiene che in realtà il progetto che fa capo a questa mozione sia già stato deciso e pure per lui dubbi sulla nuova società che dovrà gestire il tutto. Idem come Comunale, appoggia completamente i nostri 5 emendamenti con particolare attenzione al quinto e chiede quindi un secco NO al ritorno al nucleare.

E’ il turno del nostro Davide Zanichelli (Lista Civica 5 Stelle) che esordisce affermando che l’intento della mozione è approvabile e anzi, così facendo, la maggioranza toglie pure del lavoro alla Lista Civica 5 Stelle che, come ormai tutti sanno, da anni porta avanti questi temi selle energie rinnovabili grazie a Beppe Grillo e al suo blog. Ciò non toglie che, per meglio indirizzare la mozione, gli emendamenti presentati siano d’obbligo. Di seguito inizia ad esporli dicendo chiaramente che questi sono stati presentati per essere discussi dal consiglio per una effettiva collaborazione e non si pretende assolutamente che essi siano accolti così come scritti, visto che il tempo tecnico c’è tutto e dato che l’ordine del giorno della serata è rappresentato solo dalla mozione “Energie rinnovabili”. Puntualizza che va benissimo l’idea della produzione di energia tramite pannelli fotovoltaici, ma assolutamente non è da tralasciare un aspetto prioritario che dovrebbe essere affrontato ancora prima della produzione di energia e cioè il RISPARMIO ENERGETICO. Propone quindi di costruire i nuovi edifici in maniera razionale e sostenibile, la stessa economia ne gioverà visto che si riqualificherà.
In merito all’esecuzione del progetto “Guastalla Fotovoltaico”, chiede che gli appalti siano assegnati tramite bando pubblico e che siano consultabili on-line sul sito del comune di Guastalla, comprese le commesse. Non dimentichiamoci che si sta spendendo soldi dei cittadini e loro hanno tutto il diritto di conoscere come vengono spesi.
Nell’emendamento al punto 4 della mozione, riguardante lo studio di forme di collaborazione con la cittadinanza, propone di includere nel testo anche la parola “ATTUARE” e non solo “studiare”, suggerendo anche di accostarsi all’esperienza già avviata a Provaglio D’Iseo. Conclude con la presentazione del punto 5 degli emendamenti presentati. Questo non è un’integrazione ma un’aggiunta alla mozione in discussione. L’oggetto è dichiarare “Guastalla Denuclearizzata”, vista anche l’intenzione di creare una autosufficienza energetica tramite energie alternative e di rispetto per l’ambiente. Di questo ne gioverebbe anche il turismo.

Interviene Alfieri (Lega-PDL-UDC), che chiede spiegazioni, affermando che la mozione l’ha presentata lui e accusa Davide Zanichelli (Lista Civica 5 Stelle) di volersi prendere il merito della stessa e continua chiedendo allo stesso Zanichelli il motivo per il quale questi emendamenti non siano stati discussi prima in commissione consigliare.
La risposta del nostro Zanichelli è molto semplice: non c’è nessun obbligo di dover presentare gli emendamenti prima del consiglio ed inoltre nessuno ci ha informato dello studio di questa mozione se non con l’invio della mozione già stampata.

Intervento del sindaco Benaglia (Lega-PDL-UDC) che, in risposta all’emendamento 5, afferma che il consiglio non è la sede in cui parlare di nucleare ed inoltre puntualizza che gli effetti del dopo Chernobyl non sono provati. Inoltre si dice contrario al nucleare ma che sarebbe ipocrita parlarne in quell’occasione.
Le reazioni a queste incredibili dichiarazioni non si fanno attendere… una per tutte: il consigliere Comunale (Gruppo misto) si alza e se ne va fuori per un po’, ricordando giustamente al sindaco che la data esatta dell’anniversario del lancio della bomba atomica su Hiroshima è il 6 agosto (in precedenza Benaglia, all’interno della discussione sul nucleare, aveva dichiarato il 6 giugno).

Parla il vicesindaco Lusetti (Lega-PDL-UDC) che in primis risponde alla domanda sulla straordinarietà del consiglio in atto sostenendo che tutti i consigli sono da ritenersi straordinari tranne due. Afferma che i terreni utilizzati per il progetto sono marginali e non edificati e che in commissione “territorio e ambiente” si svilupperà la mozione (strano però che due giorni prima, un articolo sul quotidiano L’Informazione spiegasse per filo e per segno quale sia il progetto… alla faccia della commissione consigliare). Lo stesso progetto, continua Lusetti, non muoverà un solo euro dei Cittadini e spiega il metodo di finanziamento… dal quale capiamo che si tratta semplicemente dello stesso meccanismo della ESCO (meccanismo da noi presentato mesi prima tramite la società AzzeroCO2). Specifica che il Consiglio era urgente a causa della scadenza di un bando per ricevere i finanziamenti dalla regione (ma noi, come scritto sopra, il progetto ESCO lo abbiamo presentato molto prima…). Puntualizza che il punto cinque degli emendamenti è fazioso e che non c’entra nulla con la mozione e che è da presentare a parte. Termina affermando che tutti gli emendamenti presentati non sono votabili e che la maggioranza voterà contro (noi, però non abbiamo visto nessun consulto con il resto della maggioranza… in pratica ha deciso lui… complimenti alle belle statuine…).

Comunale (Gruppo Misto) ricollegandosi alla straordinarietà del consiglio chiede che anche per altre tematiche siano istituiti consigli monotematici.

Davide Zanichelli (Lista Civica 5 Stelle) ribadisce che sono stati presentati degli emendamenti sui quali ha sentito esprimersi una sola voce (Lusetti n.d.r.) e polemicamente chiede se i microfoni forniti agli altri consiglieri della maggioranza siano funzionanti. Sostiene inoltre che solo con i dati in mano si potrà avere trasparenza sulla realizzazione del progetto. Lusetti ripete che visto che si vuole una partecipazione ampia allo studio del progetto definitivo (bella partecipazione… visto che nessuno ha voluto discutere i nostri emendamenti…) è impossibile dare dati perchè la mozione è solo un indirizzo… una “cornice”.

Si procede con la lettura degli emendamenti e conseguente votazione per punto singolo. I risultati li potete leggere cliccando qui.

Aggiungiamo solo qualche dichiarazione prima del voto sugli emendamenti:
Alfieri (Lega-PDL-UDC)
voleva essere consultato prima e quindi, non approvando il metodo di presentazione degli emendamenti, nonostante siano condivisibili, voterà contro.
Guerreschi (Guastalla Insieme)
dice che prima di votare vorrebbe vedere il piano programmatico.
Comunale (Gruppo Misto)
ribadisce la necessità del bando di assegnazione pubblico per una conferma che non ci siano già committenti attivati o che ci sia un percorso già stabilito. Aggiunge che non si può parlare del rispetto del creato (parole dalla presentazione della mozione di Alfieri) e poi accettare il nucleare. Subordina, in fine, il suo parere positivo alla mozione all’accettazione del punto 5 sul nucleare.
Verona (Guastalla Insieme)
precisa che l’aggiunta dell’attuazione è un passaggio importante perchè il semplice studio, non implica l’applicazione.

Queste invece le dichiarazioni prima del voto sulla mozione:
Davide Zanichelli (Lista Civica 5 Stelle)
ripete che non era tenuto a presentare prima gli emendamenti e che durante la serata ha visto solo chiusura da parte dell’amministrazione. Malgrado questo il suo voto sarà positivo perchè ne approva l’intento.
Verona (Guastalla Insieme)
si astiene per il modo con il quale è stata presentata la mozione e non per l’argomento.
Villani (Uniti per Guastalla)
nonostante essere dispiaciuto per il voto contrario agli emendamenti e per la chiusura da parte della maggioranza voterà a favore perchè crede nel progetto.
Comunale (Gruppo Misto)
afferma che voterà contro perché, solo a causa di una disciplina di partito, non è stato accettato il punto 5 sul nucleare e perchè si vota incredibilmente contro al bando pubblico.

Prima della chiusura, Guerreschi (Guastalla Insieme) chiede che il sito del comune sia aggiornato più frequentemente. Lusetti ribatte affermando che la giunta precedente aveva volutamente nascosto le delibere dal database del sito. A questo punto, l’ex sindaco Dallasta, dal pubblico, replica che le delibere sono invece aggiornate fino al cambio di giunta del giugno scorso.

Ci scusiamo nel caso di dimenticanze o errori, nel caso provvederemo ad integrare o correggere, ma come scritto all’inizio dell’articolo questo lavoro lo dovrebbe fare, con più facilità avendo le registrazioni audio complete di trascrizioni,  l’amministrazione comunale tramite il proprio sito!!!

9 commenti

  1. Chi ha presentato prima o dopo la mozione non dovrebbe essere importante… O sbaglio???

    Ogni tanto 2 partiti differenti hanno le stesse idee?!?!? BENE!! Che si uniscano per portare avanti la causa senza farsi la guerra sui meriti dell’idea…

    • Hai detto benissimo… non importa chi ha presentato la mozione ma… non ci va di essere accusati. La presentazione dei nostri emendamenti era solo un modo per generare discussione e collaborazione per meglio indirizzare la mozione stessa. Senza confronto non si va da nessuna parte.
      Noi crediamo nelle energie rinnovabili ma crediamo MOLTO anche alla TRASPARENZA. Di sicuro in commissione consigliare Territorio e Ambiente cercheremo di collaborare attivamente al progetto ma sempre con occhio vigile…
      Infine ti ringrazio del commento all’articolo con la speranza di risentirti altre volte.
      p.s.
      Hai sbagliato però una cosa… scrivi: “ogni tanto 2 PARTITI differenti…”. NOI NON SIAMO UN PARTITO ma semplici CITTADINI… in poche parole un MOVIMENTO A 5 STELLE.

      • Tutto giusto quanto scritto da Stefano e Marco!
        aggiungo che Noi abbiamo approvato la Mozione pur non essendo completamente d’accordo su tutto (confidando nella lealtà di chi ci ha assiucurato collaborazione in fase di definizione del progetto e cercando di sorvolare sulle supposizioni che in realtà sia già tutto deciso) ma, come é possibile capire leggendo il resoconto, non tutti si comportano come noi…..infatti é coi FATTI che si dimostra di collaborare esclusivamente per il bene dei cittadini!
        …grazie Stefano, ogni commento é un’opportunità di confronto.

  2. Marco Dallai

    Se andate a leggere lo Statuto del Comune… si fa spesso riferimento alla trasparenza.
    Beh allora cosa aspettano a mettere le trascrizioni ed i video dei consigli comunali sul sito web del comune? Ci risparmierebbero un sacco di lavoro!
    Comunque appuntamento per il prossimo consiglio comunale quando si voterà la nostra mozione sulle riprese video in consiglio.

  3. Davide Zanichelli

    Olivia ha fatto del suo meglio, ed è stata bravissima :)
    Complimenti davvero :)

  4. questo si che è un resoconto del consiglio.!!!!!!!
    rispettoso della verità.
    questa si che è informazione.!!!
    non di parte come in passato.

  5. 1000 grazie per il resoconto , molto utile per gli assenti , a mente fredda mi sembra utile riflettere da parte nostra sul nostro ruolo all’interno del consiglio comunale , la cosa che più mi ha colpito è l’affermazione del sig. Alfieri cioè che noi volevamo rubargli il progetto , per fare chiarezza mi sembra indispensabile girargli a lui questa accusa mi sembra evidente visto che siamo stati noi a proporre l’incontro con l’ESCO (presenzio all’incontro il vicesindaco Lusetti) lui l’ha fatta propria e dell’amministrazione non perchè crede in una politica sulle energie rinnovabili in alternativa al nucleare ma per motivi molto più personali , il comportamento scorretto è stato suo e dell’aministrazione mi sembra evidente questo forse perchè di idee positive per il paese ne hanno veramente poche ( o nessuna ) vorrei fare i coplimenti a noi stessi. Ragazzi stiamo facendo politica ad alto livello senza partecipare a corsi di formazione promossi dai partiti (morenti) ma con il cuore e l’intelligenza .
    saluti Antonio Campanini

Il Blog di Guastalla 5 Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Guastalla 5 Stelle
Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento".

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog NON potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.