Home / Sedute Consiliari / Consigli Comunali / Guastalla: 15 ottobre 2009 – ore 20,30 – Consiglio Comunale straordinario “Energie rinnovabili”

Guastalla: 15 ottobre 2009 – ore 20,30 – Consiglio Comunale straordinario “Energie rinnovabili”

Da qualche giorno è arrivata la convocazione per un consiglio comunale straordinario per domani sera giovedì 15 ottobre. L’unico punto all’ordine del giorno sarà: “Riqualificazione energetica ed ambientale e produzione di energia da fonti rinnovabili”, di cui si voterà la mozione presentata dai consiglieri di maggioranza Alfieri e Mossini.
Mozione che stiamo studiando e che con molta probabilità sarà dal nostro punto di vista da modificare con qualche emendamento.

Martedì 13 ottobre, sono usciti vari articoli sulle testate giornalistiche locali, ad esempio questo de “L’Informazione”, nel quale si deduce quale sembra essere il progetto “Guastalla Fotovoltaico” in fase di studio e cioè “l’utilizzo di vari spazi, tra cui un terreno comunale di sei ettari nella zona di San Giacomo, vicino all’area industriale, dove piazzare i pannelli solari e relativi impianti per produrre circa due mega e mezzo di Khw all’anno, ottenendo fondi europei del Gse per un milione di euro.”

L’argomento direi che non può farci che piacere. Anche se sarà da valutare come si vorrà procedere in merito.
Abbiamo un po’ di perplessità sull’ultima moda della diffusione di impianti fotovoltaici di dimensioni elevate e di tipo industriale che, anche se non è il nostro caso trattandosi a quanto sembra di zona industriale (anche se attualmente ci risulta essere coltivata), possono modificare negativamente le caratteristiche del paesaggio rurale, mentre non hanno adeguato sviluppo i piccoli impianti domestici che al contrario valorizzano appieno le caratteristiche di diffusività peculiare della generazione elettrica con  tecnologia fotovoltaica.

Noi, della Lista Civica 5 Stelle, tempo fa abbiamo proposto all’amministrazione comunale, nella persona del vice-sindaco Marco Lusetti, di appoggiarsi ad una ESCO per la gestione e lo studio di un piano di riqualificazione energetica totale di tutto il territorio comunale. Con noi presenti ci fu anche un incontro tra la società Azzero (si occupò dell’ormai famoso progetto Led City di Torraca) e lo stesso Lusetti.
Se con l’attuazione del progetto “Guastalla Fotovoltaico”, che comunque riteniamo sempre un primo significante passo verso le energie rinnovabili, proprio non si vorrà procedere con la soluzione ESCO da noi suggerita, speriamo che almeno i punti focali, usciti dal piano che la stessa Azzero ha poi fornito all’amministrazione, siano stati presi in considerazione.

Ovviamente, la sera di giovedì 15 ottobre, noi saremo in sala del Consiglio e vi terremo aggiornati, tramite il nostro spazio Twitter, sul dibattito e sulla votazione della mozione.

p.s.
forse si poteva anticipare i tempi di discussione e votazione di questa mozione per evitare di affrontare la questione in un Consiglio Comunale STRAORDINARIO, visto che ogni seduta consigliare è un COSTO per il cittadino.

6 commenti

  1. La paura più grande è quella di non essere capiti!

  2. L’ultima precisazione non è un dettaglio.
    Una seduta di Consiglio Comunale costa, solo di gettoni di presenza 400 euro. Ai quali vanno aggiunti gli stipendi dei dipendenti del comune (Segretario generale per la verbalizzazione ecc…), costi d’illuminazione, eventualmente riscaldamento.

    Poi, per carità, quando sussiste l’urgenza sono soldi ben spesi.

  3. Ovviamente, non riuscendo ad essere presente in Consiglio, vi seguirò come sempre su Twitter!
    Grazie.

Il Blog di Guastalla 5 Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Guastalla 5 Stelle
Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento".

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog NON potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.