Home / Ambiente / Comunicato Stampa: “Mozione energie rinnovabili”

Comunicato Stampa: “Mozione energie rinnovabili”

Giovedì 15 ottobre, serata in cui, alle 20.30 (qualche minuto più tardi) comincia il consiglio comunale per la discussione di una mozione di qualificazione energetica comunale.
Mozione che c’ha piacevolmente stupito, in quanto propone di realizzare un impianto da 2.5 Mw per Guastalla. Un intervento ambizioso che trova il nostro favore come abbiamo espresso fin da subito.

Ovviamente, a nostro avviso, restava da chiarire qualche neo di cui parlare in serata.
Puntualizzo che all’ordine del giorno era presente solo e soltanto la mozione in questione, dunque c’era tutto il tempo di parlare della cosa nel Consiglio Comunale dalle 20.30 in poi.

Noi della lista 5 stelle abbiamo lavorato ad una serie di emendamenti da proporre in consiglio perchè venissero presi in esame e fossero oggetto di discussione da parte dei consiglieri nel largo tempo a disposizione.
I nostri emendamenti ponevano delle precisazioni sugli aspetti del risparmio energetico, della trasparenza, dell’attuatività della mozione e riguardo il tema energetico/nucleare.

Noi abbiamo proposto questi temi in quanto la serata, unicamente votata a questa mozione dava il tempo per un’eventuale discussione.
Per la cronaca, nessuno della maggioranza, al di fuori del vicesindaco, e del presentatore della mozione ha aperto bocca in tutta la serata. La discussione non c’è stata!

Il vicesindaco ha espresso la posizione contraria ad approvare gli emendamenti e difatti tutti i consiglieri della maggioranza hanno votato contro a tutti e 4 gli emendamenti.

Unica differenza rispetto al tema del nucleare in cui solo il sindaco s’è astenuto. Per il resto tutti contro.

In sostanza bocciati tutti gli emendamenti adducendo che la presentazione degli emendamenti, a sorpresa, era il tentativo di “prendersi i meriti della mozione“.
Ho espresso il mio profondo dispiacere nel vedere questa chiusura al dialogo da parte della maggioranza. Il Consiglio Comunale è stato ridotto ad una mera presentazione di una mozione, non c’è stato il benchè minimo intento alla discussione su nessuno dei punti presentati.

A questo punto sorgono, però delle domande a seguito della totale chiusura di questa parte politica.
Forse perchè la mozione stringeva troppo le “maglie”?
Forse perchè sanno già a chi affidare il lavoro, allora non si avvarranno degli appalti pubblici?
O forse, non hanno capito che le nostre proposte seguivano idee di risparmio energetico e trasparenza?
…quando si sceglie di non parlare, poi è ragionevole pensar male.

Al momento del voto finale della mozione, però, ho scelto di non votare contro.
Nonostante il cuore mi dicesse di fare altrimenti per il lavoro inutile mio e di altre persone che pensavano di fare il bene per Guastalla.
In barba a chi ha detto di “volermi prendere i meriti” ho votato a favore ad una mozione che non ho proposto io ed in cui i nostri contributi sono stati stracciati.
Ritengo che quando si fa politica non si fa con i sentimenti, ma con la testa. E la testa m’ha detto che non si vota in base ai pensieri od a ritorsioni del tipo “tu mi voti contro ed io ti voto contro”.
Quello che non è buono è l’atteggiamento di chiusura di questa maggioranza rispetto a basi di dialogo.

Davide Zanichelli
Lista 5 Stelle Beppegrillo.it – Guastalla Liberata

6 commenti

  1. vero, lo Statuto del Comune non parla di consigli Straordinari.

    Art. 16 – CONVOCAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE
    2) Il Consiglio si riunisce almeno due volte all’anno, la prima per l’approvazione del Bilancio preventivo e l’altra per l’approvazione del Conto Consuntivo.

    …la domanda resta…visti i costi, era necessario farne uno monotematico apposta???

  2. viste da lontano sembrerebbero tutte battaglie perse , ma conoscendo il piglio e la caparbietà di voi ragazzi di guastalla ,penso che la parola perdere non sia consona , diciamo lottare lottare non mollare è più in linea col gruppo.

    • Hai detto bene Mauro.
      Siamo lì per un motivo, abbiamo un’opportunità e la utilizzeremo al meglio delle nostre possibilità!!
      Non scordiamoci che c’è sempre bisogno di tutti, perchè la cosa peggiore per la democrazia è la “delega”, sia dell’operato che del pensiero. Ciascuno di noi deve pensare, parlare ed agire con la propria testa ed interessarsi.
      La delega di queste 3 cose ad una rappresentanza è il primo passo per la formazione di una casta.

      Qualcuno ha detto una bella frase: “Loro non molleranno mai, noi neppure”.

  3. Scusate se torno un momento sul Consiglio Comunale di giovedì che, in quanto straordinario (la dizione non è prevista nè nel TUEL nè nello Statuto del Comune), pensavo fosse nella disponibilità dei consiglieri renderlo aperto al pubblico. Alfieri ha motivato che, trattandosi di competenze tecniche, il pubblico poco avrebbe avuto da dire. Riguardando un atto di indirizzo, sosteneva sempre lui, doveva essere il solo consiglio a trattare l’argomento.
    A dire il vero, essendo all’o.d.g. una mozione, solo i capigruppo avrebbero potuto intervenire sull’argomento e per le dichiarazioni di voto. Nemmeno gli assessori avrebbero dovuto dire la loro se non per competenza di delega. Ma l’assessore in questione è Elisa Rodolfi, la quale nulla ha detto.
    Ma se l’intenzione di Alfieri era produrre un atto di indirizzo, forse dimentica che non solo il programma di mandato della sua Giunta afferma la volontà di predisporre un piano per le fonti alternative rinnovabili, ma anche gli altri gruppi consiliari hanno nel loro programma il risparmio energetico e l’incentivazione e l’impiego di fonti rinnovabili.
    Riporto quanto scritto dalle diverse liste che si aggiunge al programma di Guastalla 5 stelle:

    Guastalla Insieme: “Il comune si impegna a perseguire una politica di risparmio energetico e di impiego di fonti rinnovabili in tutte le attività pubbliche; si punterà anche a diffondere la cultura del risparmio energetico e dell’ecologia nelle case dei cittadini, anche attraverso incentivi alla bioedilizia”.

    Guastalla2009 “E’ necessario sviluppare una sinergia positiva ed eco-compatibile tra esigenze del territorio e Fonti di Energia Rinnovabili. Il progetto “Guastalla Fotovoltaico” permetterebbe a “Zero” impatto ambientale, di abbattere i costi energetici, per le casse comunali e per le famiglie guastallesi”

    Uniti per Guastalla: “Bisognerà prevedere interventi di risparmio energetico partendo dagli edifici pubblici di vecchia costruzione, mentre sui futuri edifici pubblici e privati l’autorizzazione a costruire deve essere subordinata al contenimento energetico obbligatorio e all’installazione di nuove tecnologie adatte allo scopo.
    Nello specifico bisognerà favorire e sostenere iniziative private e/o consortili per lo sviluppo e l’utilizzo di energie alternative nel campo delle agro energie, biomasse ecc.”

    A questo punto non era necessario nemmeno presentare la mozione, ma sarebbe stato più utile predisporre un progetto preliminare con il piano industriale i relativi costi e gli aspetti gestionali, discusso preventivamente in commissione consiliare, da illustrare e dibattere in consiglio comunale.
    Vorrei infine dire che ci sono molti aspetti tecnici che appunto qualche esperto (ci sono anche quelli delle aziende pubbliche come Sabar ed Enia le cui consulenze non costano nulla) potrebbe meglio illustrare, perchè è evidente che su tecnologia, led e quant’altro i Consiglieri Comunale non sono tenuti a sapere per filo e per segno, ma esprimersi su cosa si deve fare per il bene del Comune sì.

  4. Complimenti Davide perchè nonostante la chiusura al dialogo della maggioranza ed i NO agli emendamenti hai votato SI alla mozione: questo è un esempio da BUON CONSIGLIERE.

Il Blog di Guastalla 5 Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Guastalla 5 Stelle
Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento".

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog NON potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.