Home / Caro Silvio Berlusconi…
Dopo i tanti avvenimenti politici di queste ultime settimane (scudo fiscale e lodo alfano) anche la fiducia di qualche elettore della maggioranza di governo attuale sembra "scricchiolare"... Riceviamo e pubblichiamo la seguente lettera: « Caro Silvio Berlusconi...

Caro Silvio Berlusconi…

Dopo i tanti avvenimenti politici di queste ultime settimane (scudo fiscale e lodo alfano) anche la fiducia di qualche elettore della maggioranza di governo attuale sembra “scricchiolare”…

Riceviamo e pubblichiamo la seguente lettera:

« Caro Silvio Berlusconi,
sono un ingegnere di 25 anni e mi ritengo una persona abbastanza ragionevole e che ha cercato sempre di seguire la logica e la ragione. Mi dispiace ammettere di essere un ex-elettore di centro-destra e che alle ultime elezioni sono stato un suo datore di lavoro, proponendola come il primo cittadino del nostro paese.
Nutrivo forti dubbi 2 anni fa, ma, sebbene la mia anima mi chideva di non andare a votare, ho voluto rispettare il mio senso civico e il rispetto per il paese in cui vivo, sottoponendomi al grande sforzo di votare una persona che non mi è mai piaciuta.
Le ho dato la mia fiducia perchè in Italia siamo sempre messi male e a ogni elezione gli Italiani si trovano costretti a votare tra il “pirla” di turno e il “faccendiere”. Dato che il “pirla” lo avevamo appena avuto, molti come me in buona fede hanno provato a cambiare.
Alla luce degli innumerevoli fatti che in questi mesi si sono susseguiti, passando anche oltre i suoi coinvolgimenti diretti (siano essi veri o infondati, da colpevolizzare o da giustificare, non mi interessa: saranno suoi problemi personali), resto sempre più basito per il suo atteggiamento irresponsabile e arrogante e che non denota nemmeno un briciolo di umiltà e rispetto per gli italiani.
Oggi possiamo dire che quella fiducia, a lei donata, è stata fin troppo abbondantemente messa alla prova e se avessi una macchina del tempo, farei capire il “coglione che sono stato” e vedere al mio io nel passato quale enorme danno ho fatto alla mia Italia che amo tanto. Mi vergogno di me stesso.
Mi vergogno inoltre della fiducia data a questa destra e a questo governo, che per seguire la folle corsa del suo leader, sta letteralmente delirando, senza più alcun rispetto per i suoi elettori, e sta dimostrando che senza Berlusconi e i suoi paggetti sarebbe un’entità fumosa senza la spina dorsale.
Ma quello che mi sconcerta di più, non è la mia disillusione, ma la delusione di mia nonna e questo mi provoca ancora più amarezza. Silvio, la prossima volta che parli di consensi ti prego di dire il 70% meno il mio e di mia nonna.
Data la bocciatura costituzionale del lodo Alfano, mi sembra per lo meno obbligatorio e necessario il sollevamento dal suo incarico e le sue scuse pubbliche. La sua carica istituzionale deve ritornare immantemente nelle mani del nostro rispettato Presidente della Repubblica, affichè decida, consultando le parti e tenendo conto del parere del popolo sovrano, se ci sia la possibilità di creare un nuovo governo dell’attuale maggioranza formato da persone IRREPRENSIBILI, ONESTE, UMILI e non coinvolte in questo precedente governo.
Se questa ultima opzione non sarà perseguibile, l’onere deve ritornare al popolo, affinchè scelga un premier per lo meno presentabile che sia di Destra, di Sinistra, di Centro, del Movimento a 5 Stelle di liberazione nazionale. Se si prospetterà tale scenario la mia nuova speranza sarà indirzzata a quest’ultimo Movimento, ma questa è un’altra storia e mi auguro sempre che ritorni l’onesta e l’integrità morale nella classe politica senza le elezioni anticipate (che illuso che sono!).

Per i motivi sopracitati mando la seguente lettera al Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano e chiedo a tutti coloro che sono concordi con tale lettera di fare lo stesso al seguente indirizzo: https://servizi.quirinale.it/webmail/

“Con la seguente lettera, voglio esprimere  il mio più sincero e spontaneo sostegno al nostro  amato e rispettato Presidente della Repubblica dopo le arroganti ingiurie espresse dal Presidente del Consiglio dei Ministri e a lei, che è garante dei nostri diritti e doveri di tutti gli italiani,

CHIEDO

cortesemente e pacatamente di comunicare al mio dipendente statale, Sig.Silvio Berlusconi, la necessità di dimettersi, per il bene di tutto il popolo italiano, dall’importante carica di Presidente del Consiglio la cui immagine della garanzia di onestà, irreprensibilità e rispetto delle istituzioni si sta rendendo sempre più labile e compromessa dall’ingombrante presenza dell’attuale Premier. La prego di prodigarsi affichè il Premier lo comprenda il più presto possibile.
La carica di Presidente del Consiglio deve ritornare al più presto nelle sue mani di Presidente della Repubblica, il quale avrà l’onere istituzionale di sondare con la consultazione di tutte le parti politiche e dell’opinione del popolo, se ci siano gli estremi per formare un governo o dell’attuale maggioranza o istituzionale formato da persone ONESTE, UMILI, IRREPRENSIBILI e CON LA FEDINA PENALE PULITA. Se ciò non sarà possibile,il compito dovrà ritornare al Popolo Italiano.
Con sincero affetto, le porgo i miei più Sentiti Saluti e Auguri per il suo difficile e importante Lavoro. »

(lettera firmata)

2 commenti

  1. Fatto!, scusate se approfitto dello spazio, ho aperto un gruppo su fb per la lista civica di Catania (non è ancora nulla di ufficiale), se qualcuno è interessato basta cercare su Facebook.

    • Marco Dallai

      Scusa di cosa… questo Blog è fatto proprio per commentare e contribuire ad una informazione vera e lebera.
      Seguici!!!

Il Blog di Guastalla 5 Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Guastalla 5 Stelle
Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento".

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog NON potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.