Home / Politica / Quello che non sentirete nei TG Italiani: “L’Economist vince la causa contro Berlusconi”

Quello che non sentirete nei TG Italiani: “L’Economist vince la causa contro Berlusconi”

coverL’Economist annuncia di aver vinto la causa intentata dal premier Berlusconi che aveva accusato il settimanale britannico di averlo diffamato. Nel 2001 Berlusconi aveva avviato una causa legale per l’articolo ‘An Italian Story’. La copertina titolava: ‘Perche’ Berlusconi e’ inadatto a governare l’Italia’. ‘Una Corte milanese – dichiara il settimanale – lo obbliga ad assumersi i costi legali sostenuti dall’Economist’.

L’articolo originale:
In July 2001 Silvio Berlusconi, then prime minister of Italy, launched a lawsuit in Italy alleging that The Economist had defamed him in its article “An Italian Story“, which appeared in our April 26th 2001 issue. The magazine cover bore the title: “Why Silvio Berlusconi is unfit to lead Italy”. We are pleased to announce that the Court in Milan has issued a judgment rejecting all Mr Berlusconi’s claims and requiring him to make a payment for costs to The Economist. The full judgment, in Italian, is available here. The Economist will not be making any further comment. Mr Berlusconi is once again prime minister of Italy.

Un commento

  1. …quindi per deduzione logica, se l’Economist ha vinto la causa intentata da Silvio per diffamazione allora ha ragione l’economist e non é diffamazione ma solo esposizione dei fatti…..quindi le affermazioni dell’Economist…sono VERITA’!!!
    …ma…..Mr Berlusconi é ancora una volta Presidente del Consiglio itraliano!

Il Blog di Guastalla 5 Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Guastalla 5 Stelle
Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento".

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog NON potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.