Home / Politica / Mamma RAI “scarica” la squadra di Report

Mamma RAI “scarica” la squadra di Report

Milena Gabanelli di ReportLa notizia è sconcertante: mamma Rai non garantisce più ai giornalisti di Report la copertura legale. Che storia è questa?! Roba da paralizzare anche i professionisti più coraggiosi! Significa che gli inviati di Milena Gabanelli, da sempre attivi nel denunciare le illegalità e i soprusi che ci circondano, dovranno provvedere di tasca propria alle spese legali cui, da bravi inchiestisti, vanno continuamente incontro.

Sabrina Giannini, Sigfrido Ranucci, Stefania Rimini e gli altri giornalisti di Report dedicano i 3/4 della propria esistenza a ricerche scrupolose: viaggiano in lungo e in largo per arrivare alla verità e rivelarla al pubblico a casa. Scoprono traffici loschi e furti che spesso avvengono sotto i nostri occhi. Smascherano impostori, sfruttatori e tutto questo per offrire un servizio alla gente. Fare del bene, si potrebbe dire, ma non facciamo retorica inutile: non si può ignorare che la squadra di Report svolge un compito importante, che dovrebbe essere tra le mission del servizio pubblico.

La Rai, invece, se ne lava le mani, rivelando un atteggiamento assai pericoloso. La terza rete non ha ancora un direttore; l’inizio di AnnoZero viene rimandato di settimana in settimana perchè i contratti per la redazione del programma non sono pronti; il Tg1 di Minzolini viene continuamente accusato di strizzare l’occhio alla maggioranza, nascondendo gli scandali che hanno travolto il Premier.

E’ questo il servizio pubblico che ci meritiamo? Non voglio crederlo. Soprattutto, mi rifiuto di pensare che la tv di Stato sia per le forze politiche – tutte – solo un esercizio di potere. Per i nostri rappresentanti non conta offrire prodotti di qualità, che rendano effettivamente un servizio al pubblico, ma, ancora una volta, accaparrarsi il maggior numero di poltrone. Che brutta televisione!


Riporto un testo già scritto che potrete copiare, incollare, firmare ed inviare alla RAI tramite il LINK a fine pagina:

“Gent.mi,
Vi scrivo in merito alla decisione della dirigenza sulla sospensione della copertura legale alla redazone di REPORT.
Da contribuente e abbonato RAI Vi giunga la mia più feroce protesta per tale nefasta decisione.
REPORT è un programma di servizio, importante per la libertà di informazione in Italia e forse uno degli ultimi baluardi del corretto giornalismo d’inchiesta.

Negare la copertura legale alla redazione di REPORT significa voler coscientemente imbavagliare i giornalisti che lavorano alle inchieste.

Distinti Saluti”

SCRIVI ALLA RAI (clicca qui)

FIRMA LA PETIZIONE (clicca qui)

7 commenti

  1. è una dittatura soft che avanza giorno dopo giorno , verso l informazione , ma che si dirama anche su più rivoli dei più svariati settori , giustizia , sanità, istruzione , mondo del lavoro ,economia ,morale ,etica, dittatura cinica quasi sbruffona ,talvolta arrogante ,forte è spavalda , protetta da un mondo oscuro nebbioso ,che conduce il popolo verso al niente………..

  2. Segnalo un sito che indica come scrivere una mail di protesta per la sospensione RAI della tutela legale alla redazione di REPORT. Scrivete anche voi!

    http://verainformazioneblog.blogspot.com/

  3. domenico viscardi

    Non si permetta la Rai neanche di intralciare ” REPORT ” perchè offenderebbe chì come me paga il canone. Già sono costretto a non vedere più il TG1. ( a proposito ma sono davvero liberi quelli del TG1???) Si parla anche di intralci al programma ANNO ZERO e c’è addirittura chi ne paventa un rinvio o addirittura la soppressione. Ma cosa succede alla Rai. Caro Presidente Garimberti, giornalista libero fino a qualche tempo fa, si dia una forte mossa.
    NON SE NE PUO’ PIU’.

    Domenico Viscardi

  4. …effettivamente ad ogni nuova puntata mi stupivo non tanto dei misfatti documentati quanto del fatto che glielo lasciassero denunciare!!!…
    mi sembrava davvero un miracolo dell’informazione…..
    e infatti……..
    …si inizia così, pian pianino…e poi, senza traccia di indignazione o lamentele da parte della gente, zittiranno ogni voce fuori dal coro.

  5. Lorenzo Artioli

    nooo le pensano proprio tutte per mettere a tacere l’informazione…

    magari vedremo di fare pubblicità al nostro blog, non sarà molto, ma è la nostra voce

Il Blog di Guastalla 5 Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Guastalla 5 Stelle
Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento".

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog NON potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.