Home / Eventi / Nucleare e “un PO di rinnovabili”

Nucleare e “un PO di rinnovabili”

Il 24 luglio scorso, alle ore 11,00 presso la sala consigliare del Comune di Viadana (MN), si è tenuta la presentazione del manifesto “Un Po di rinnovabili” che Legambiente e comune di Viadana intendono promuovere tra gli amministratori locali e i diversi attori territoriali – associazioni di volontariato e di categoria, imprese, agricoltori e cittadini – per promuovere un sistema energetico sempre più rivolto all’energia rinnovabile.
Il manifesto è nato dall’incontro delle attività svolte da Legambiente con la campagna “Operazione Po”, volta alla salvaguardia del grande fiume, con quelle che il Comune di Viadana ha intrapreso per scongiurare il pericolo di un ritorno dell’energia nucleare sulle sponde del Po. Uno strumento che si vorrebbe fosse sottoscritto dalla TUTTE le amministrazioni per dare più forza ad un modo nuovo, diverso e possibile di produrre energia anche e soprattutto in un ambiente così delicato come lo è quello del più grande e bistrattato fiume d’Italia.

L’argomento è molto delicato… soprattutto da quando il nostro governo ha approvato il “ddl sviluppo” il quale, in poche parole, sancisce per l’Italia il ritorno al Nucleare fregandosene completamente di un referendum popolare di una ventina d’anni fa che invece lo bandì.

Venerdì scorso i presenti in sala consigliare erano: Lega Ambiente, un Assessore all’Ambiente di Mantova, il Sindaco di Viadana, due assessori di Gavassa e Gonzaga, un consigliere di Casalgrande, la lista Civica Porta Nuova e il gruppo anti-nucleare di Viadana dell’amico Alberto e un cittadino del comune di Boretto.

Ovviamente c’eravamo anche noi con il nostro Luca Pecchini, mentre dei rappresentanti del Comune di Guastalla… NEANCHE L’OMBRA !!!

Forse l’attuale giunta comunale non reputa importante questo argomento???
Che siano d’accordo con i loro più illustri colleghi radicati in parlamento???
Ci piacerebbe proprio sapere cosa ne pensa la nostra maggioranza sul ritorno al nucleare… e ci piacerebbe sapere anche come si comporterebbe in un eventuale scelta di Viadana come prossimo sito “radioattivo”…

Sì perchè Viadana ma anche San Benedetto Po potrebbero essere scelti, con tutto quello che ne conseguirebbe, come siti di installazione nucleare grazie alla vicinanza con il PO.

Riassumendo è stata una giornata d’approccio per capire quanto potrebbero essere uniti i comuni rivieraschi per contrastare un eventuale richiesta d’installazione nucleare sul nostro territorio. E considerando che mancavano ufficialmente all’appello Brescello, Luzzara, Boretto e Guastalla, l’inizio non è sicuramente promettente.

Sicuramente, e questo non ci può fare che enorme piacere, tutti i comuni rappresentati si sono detti d’accordissimo nell’incentivazione del risparmio energetico e nell’utilizzo delle energie alternative rinnovabili.
Inoltre, a margine dell’incontro, il Sindaco di Viadana ha comunicato che dal 2010 TUTTO il comune di Viadana, comprese le frazioni, sarà coperto dalla Raccolta Differenziata Porta a Porta. La ditta che si occuperà della raccolta e smaltimento sarà la stessa che lavora per il comune di Suzzara, la TEA SpA.

Che dire… nel mantovano sembrano essere più avanti di noi!!!

4 commenti

  1. l’articolo è una semplice esposizione dei fatti concluso dal pensiero dell’autore sui fatti appena esposti.
    Il mio commento è un’opinione personale, il ritenerla o meno una polemica è un’interpretazione personale.
    In ogni caso questo è il luogo preposto proprio ai commenti e l’invito “avere una tregua nelle polemiche” mi ricorda tanto Napolitano…..
    In fine, la nuova giunta ha comunque già dimostrato di essere pienamente ambientata ed operativa con l’ordinanza anti-elemosina.

  2. Io non voglio il nucleare in Italia,non solo nei paesi limitrofi a Guastalla! forse convinceranno gli abitanti di qualche paesino,prometteranno loro sgravi fiscali alle bollette elettriche!! o cose simili…gli amministratori locali diranno che non possono fare nulla perchè non di loro competenza….forse le stanno gia’ costruendo e noi non lo sappiamo perchè vige il segreto….

  3. Il programma delle liste civiche, varato con la carta di Firenze, è condiviso da tutto il movimento e non solo, sarà attuato prima possibile.
    Trovo fuori luogo fare inutili polemiche, nei confronti di rappresentanti che si sono appena insediati in una sala consiliare di un comune.

  4. ….hhhhh…..sempre la stessa storia…..
    …dicono di volere l’energia rinnovabile ma poi non fanno nulla per rendere tangibile questa affermazione!
    a livello nazionale appoggiano il nucleare….e a livello locale non vengono messe in atto scelte che possano materialmente incentivare il risparmio energetico…e si sa che le rinnovabili da sole non possono coprire l’eccessivo fabbisogno attuale!!
    …mi verrebbe da citare il mitico assessore del comune di Roncofritto……..

Il Blog di Guastalla 5 Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Guastalla 5 Stelle
Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento".

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog NON potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.