Home / Politica / Verso i referendum. Cerchiamo di capirci qualcosa!!!

Verso i referendum. Cerchiamo di capirci qualcosa!!!

Riporto questo ottimo articolo di Davide Valeriani, Presidente dell’Associazione Amici di Beppe Grillo di Reggio Emilia e neo-eletto consigliere in circoscrizione sempre a Reggio Emilia, che ci aiuta a capire i quesiti del prossimo referendum che dovremo andare a votare.

« Come molti di voi sapranno, domenica 21 e lunedì 22 giugno prossimi saremo richiamati alle urne per esprimere il nostro parere riguardo al referendum elettorale. Un referendum incasinato, ignorato dai giornali se non in questi ultimi giorni. I partiti, poi, ci hanno messo tutti loro stessi per creare ancora più confusione, con alcuni esponenti che prima dicono “state a casa” e poi cambiano idea all’improvviso dicendo “andate a votare”.

Alcuni dicono che con questo referendum si abrogherebbe la legge elettorale definita “porcata” dalla stessa persona che l’ha firmata, ovvero il ministro Calderoli. NON E’ ASSOLUTAMENTE VERO! Infatti, andando a leggere i quesiti referendari, si scopre che non c’è traccia di un articolo che elimini una delle tante porcate introdotte dall’ultima legge elettorale. Anzi, per certi aspetti, questo referendum la peggiora ulteriormente! Ma andiamo con ordine e analizziamo i vari quesiti

1° Quesito – Scheda viola: Premio di maggioranza alla lista più votata – Camera

2° Quesito – Scheda beige: Premio di maggioranza alla lista più votata – Senato

I primi due quesiti vogliono attribuire il premio di maggioranza non più alla coalizione, come avviene ora, ma solo al partito che ha ricevuto più voti. Pertanto, se una coalizione prende il 52% dei voti e, al suo interno, il partito X ha ricevuto più voti degli altri ottenendone il 20%, al partito X vengono assegnati il 55% dei seggi nella camera di riferimento. Ciò porterebbe al governo un partito che non rispecchia per nulla la volontà della maggioranza degli italiani, ma solo quella di 1 italiano su 5. Inoltre, sempre questo quesito innalzerebbe ulteriormente lo sbarramento, portandolo al 4% alla camera e all’8% al senato. Risultato: sempre più bipartitismo e sempre meno rappresentanza, dato che verrebbero spazzati via i piccoli partiti.

3° Quesito – Scheda verde: Abrogazione candidature multiple

Se vincessero i SI, un candidato alla camera dei deputati non potrebbe più presentarsi in più circoscrizioni (come per le europee, anche per le politiche l’Italia viene suddivisa in varie zone chiamate circoscrizioni) per avere più probabilità di vincere, come accade ora. Infatti, adesso se X si candida in tutte le circoscrizioni italiane e vince, poi deve scegliere in quali circoscrizioni dimettersi per lasciare spazio ai colleghi di lista che lo seguono come preferenze. Di fatto, un candidato forte che è sicuro di vincere avrebbe il potere di scegliere quale candidato far eleggere (dimettendosi nelle circoscrizioni “giuste”). Un’idea che ci sembra giusta e che pertanto sosteniamo.

Ci poniamo ora di fronte a un bivio: o non andiamo a votare oppure andiamo a votare SI per il 3° quesito.

Se però non si va a votare, potrebbe persino apparire come se la legge “porcata” ricevesse un avvallo dagli elettori e qualcuno potrebbe interpretare che gli italiani sono contenti della loro legge elettorale. Certo è che i quesiti 1 e 2 vanno in una direzione opposta al senso di democrazia e rappresentatività degli eletti e, pertanto, invitiamo a non ritirare la scheda o a votare NO.

Pertanto, il nostro consiglio finale è il seguente: andate a votare, ma ritirate solo la scheda del terzo quesito (verde) votando SI. Le altre due schede rifiutatevi di ritirarle. »

Questo, ovviamente, è un consiglio… liberissimi di pensarla diversamente!!!

Marco Dallai

Lista Civica 5 Stelle “Beppe Grillo” Guastalla Liberata

Pubblicato sul sito “www.grillireggiani.it”

3 commenti

  1. Grazie dell’ottimo! :-)
    Vorrei precisare che riguardo ai quesiti 1 e 2, potete anche ritirare la scheda e votare NO… Tanto per non ascoltare quei partiti che dicono di astenersi! Cioè, ci pensate? Un partito che dovrebbe rappresentare la democrazia e che dice di rifiutare un diritto/dovere previsto dalla costituzione.
    Personalmente, penso che voterò NO ai primi due e SI al terzo, ritirando tutte e tre le schede. Anche perchè, ormai le hanno stampate, tanto vale usarle… :-)

  2. Grazie Marco per aver riportato l’articolo di Davide Valeriani sui 3 quesiti refendari, spiega benissimo su cosa siamo chiamati a votare e finora quasi nessuno lo aveva fatto.
    Adesso ho chiaro cosa fare.
    Sei un mito!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  3. Lorenzo Artioli

    Pensavo di votare Sì a tutti i 3 referendum, ora grazie a questo articolo, mi sono ricreduto.
    Voterò Sì solo al 3° quesito “scheda verde”, le altre duo o non voto o voto NO.
    Lorenzo Artioli
    Lista Civica 5 Stelle “Beppe Grillo” Guastalla Liberata

Il Blog di Guastalla 5 Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Guastalla 5 Stelle
Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento".

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog NON potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.