Home / Lo Stato delle stragi: Viareggio, treno esplode in stazione

Lo Stato delle stragi: Viareggio, treno esplode in stazione

Anche questa notte abbiamo avuto l’esempio di quanto l’Italia e questo modo di vivere sia malato!!!
A Viareggio, in prossimità della stazione, è prima deragliato e poi esploso un treno che trasportava cisterne di GAS. Ovviamente una TRAGEDIA!!! L’ennesima tragedia!!!
Dopo le scuole vecchie e fatiscenti in cui crollano i soffitti in testa agli alunni e gli interi paesi, compreso ospedali e prefettura, che crollano causa terremoto in Abruzzo, eccoci arrivati alla stazione di Viareggio.

Quale sarà la prossima tragedia?

Sento il bisogno di riprendere e pubblicare questa lettera inviata al blog di Beppe Grillo dai Grilli Versiliesi perchè esprime perfettamente il mio pensiero.

“Cisterna parcheggiata in stazione… treno in corsa con un carico di GPL…
Non so quale sia la l’esatta dinamica dell’incidente…so che ho visto una macchina ferma al semaforo, all’incrocio con la via di scorrimento e la via Garibaldi…l’auto bruciata e il suo conducente a terra, con un telo a coprirlo. Morto probabilmente perché investito dall’esplosione avvenuta a pochi metri da lui.
Che ci facesse una cisterna piena di GPL in stazione (se è questa una versione) o ancora peggio un proiettile caricato a GPL sfrecciare dentro una stazione ferroviaria fortemente urbanizzata…
Non lo so…so solo che ci sono dei morti, delle famiglie distrutte da una catastrofe evitabile, anche questa, un’altra.
Questa è una conseguenza anche del modo di concepire l’energia…trasportiamo il combustibile sopra treni merci alimentati a loro volta da energia elettrica prodotta da altri combustibili fossili, da un capo all’altro dell’Italia. E’ l’economia dell’energia consumabile e trasportabile comunque, che sia sicuro o no farlo non importa.
Questa notte sono morte delle persone, delle famiglie che dormivano nelle loro abitazioni svegliate e poi uccise da un treno che deragliando si è scontrato con un altro carico.

Una volta c’erano i treni a vapore che entrando in stazione portavano il loro carico di passeggeri e corrispondenza, oggi piombano treni a gas con il loro carico di morte.
La stazione della Croce Verde che si trovava a poche decine di metri dall’esplosione è stata fortemente danneggiata e la stessa caserma di PS era molto vicina al luogo dell’impatto.
In 40 minuti è stata allestita la macchina dei soccorsi, ho visto un grandissimo spiegamento di forze dell’ordine e di unità sanitarie, pompieri, protezione civile, tutte in soccorso, tutti preparati alla situazione. A loro va il mio personale ringraziamento per esserci sempre e comunque.

A chi compete la sicurezza e l’incolumità delle persone chiedo di dare una risposta e di fare in modo che certe tragedie si evitino, che si evitino vittime innocenti come i bambini morti stanotte.

Basta con i soccorsi pronti in 40 minuti, dopo. Questa tragedia era evitabile prima.
Riflessioni e rettifiche dell’ultim’ora:
1. la rettifica è che il passeggero dell’auto all’incrocio fra via di scorrimento e via Garibaldi in realtà era a bordo di uno scooter ed è stato investito quindi mortalmente dall’esplosione. I passeggeri a bordo dell’auto sono salvi per miracolo.
Sono usciti dall’auto dopo che questa si era arrestata a causa della deflagrazione.

A soli pochi metri di distanza, quando ormai erano ad un distanza di sicurezza, l’auto è esplosa.
2. La riflessione è questa: come già detto questa è stata una tragedia che deve la sua origine in parte a causa della dipendenza energetica dall’uso dei combustibili fossili…ma se al posto del gas ci fossero state scorie chimiche tossiche o peggio ancora scorie nucleari? Quali sarebbero state le conseguenze?
Tralasciando la stupidità umana che ha causato il disastro, dovuto alla scarsa manutenzione, allo scarso controllo (contenimento delle spese?) dobbiamo renderci conto che non possiamo mandare in giro merci o combustibili fossili e nucleari che siano. Dobbiamo cambiare le nostre abitudini, il modo di concepire come fare energia.”

E sento pure di condividere questo commento:

“Il fatto, drammatico in se, non dovrebbe portare a cercare meramente di chi o cosa sia la colpa (per quello ci sono le inchieste bibliche che mai finiranno). Bisognerebbe sedersi e chiedersi perchè si è arrivati a questo punto. Nessuno vuole (intenzionalmente, con vera connizione di causa) che succedano cose del genere, dalle ferrovie, al proprietario della cisterna etc etc. Il fatto che tali cose ssuccedano è perchè le persone ormai sono ciniche, distaccate, amorali, spietate. Il vil denaro, l’incoscienza, la superficialità…tutto questo ormai è radicato nel pensare e nel fare (sopratutto di chi governa e gestisce, a tutti i livelli), in italia come in tutto il mondo. Si fa senza pensare globalmente (azioni -> effetti -> conseguenze), ma solo localmente, in ottica di profitto e interessi (azione -> profitto). La cosa non stupisce, vedendo esimi ministri terza media, o laureati in giurisprudenza, prendere le parti di inceneritori, centrali nucleari, con la spregiudicatezza di chi il giorno prima (forse) ha fatto una ricerca su google e crede di essere il guru dell’argomento. Oggi vediamo premiare gli AD o i colletti bianchi che risanano i bilanci tagliando posti di lavoro, eliminando fondi per sicurezza (tra i clap clap dei soci)etc etc…mentre dovremmo fare tutti mea culpa e vedere lo stato di bassezza raggiunto, dove la vita di una persona vale meno di un tavolino ikea. E ringraziamo che la legge di murphi non è poi strettamente vera, ossia “se una cosa può andar male lo farà”, altrimenti dalle ferrovie agli aerei, a mille altri settori, avremmo un bollettino di guerra…Vicino alle vittime, penso al monty che sponsorizza la freccia rossa e alla banda dei lanzichenecchi che insiste nel fare la TAV…e sospiro.” Andrea Raviola 30.06.09 12:09 da Blog di Beppe Grillo

Marco Dallai

Pubblicato su: il Blog di Beppe Grillo

Il Blog di Guastalla 5 Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Guastalla 5 Stelle
Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento".

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog NON potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.