Home / Economia / Il Social lending

Il Social lending

zopa

Quando eravamo poveri, sapendo di esserlo, conoscevamo il valore della solidarietà.
Non sto pensando a quella che riusciamo a dimostrare nei momenti peggiori, come in caso di calamità naturali, intendo quella di tutti i giorni.
Quella che era spiegata dal detto comune fra le “rezdore “: dove si mangia in quattro, si mangia anche in cinque.
In quell’epoca, nemmeno tanto lontana, era normale il prestito di modiche cifre tra amici, parenti o addirittura vicini di casa. Poi è arrivato il consumismo e la convinzione d’esserci arricchiti e i rapporti umani hanno iniziato a disgregarsi.
Le banche hanno sostituito il prestito col finanziamento e le conseguenze sono attualità.

Dobbiamo liberarci dalla cultura del debito, che oltre all’impoverimento immediato, è la principale causa del consumo drogato perché anestetizza la percezione della reale possibilità economica che abbiamo.

“Se non me lo posso permettere, significa che non mi serve “. E’ questo stile di vita che dobbiamo recuperare, quello stesso stile che porta automaticamente ad una maggior attenzione a non sprecare (prima fonte di guadagno), a razionalizzare gli acquisti (reti GAS ), ad essere molto più vigili rispetto l’amministrazione pubblica, ad esigere una qualità maggiore delle merci (che diventa una selezione naturale tendente ad escludere le mere speculazioni come la mafia )…

Ma un prestito può sempre essere indispensabile ed allora, invece di rivolgerci allo strozzinaggio legalizzato, possiamo chiedere aiuto al social lending:

Agli inizi degli anni 2000 in Inghilterra, un gruppo di persone intelligenti, intraprendendi e meravigliosamente idealiste, hanno ritenuto fosse il momento di ritornare alle origini del prestito, nella semplicità che esclude la speculazione e torna ad essere un atto di solidarietà, e hanno dato inizio al social lending, una rete diretta di persone che sono disponibili a prestare piccole cifre a piccoli tassi.

Il sistema s’è diffuso in alcuni stati, in sordina , ed è arrivato in Italia circa 4 anni fa.
Da noi si chiama Zopa.

Il Blog di Guastalla 5 Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Guastalla 5 Stelle
Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento".

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog NON potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.